Solo Al Secondo Grado

REFERENDUM  2011

PERCHE’ VINCERA’ IL ‘SI’ .

Domani , domenica 12/giugno/2011 e dopodomani lunedi’ 13 , si terrà’ un referendum ( e come tale con valenza solo abrogativa )

circa ;

affidamento gestione acque ( solo gestione pubblica[si] ,  anche gestione privata[no] )

tariffario acque ( solo prezzo di costo [si] , anche in bolletta profitto[no] )

energia nucleare ( niente centrali sul suolo italiano [si], costruzione centrali sul suolo italiano [no] )

legittimo impedimento ( il Presidente del Consiglio ed i Ministri non possono autocertificarsi impediti ad apparire davanti ad un giudice [si] , il Presidente del Consiglio ed i Ministri possono autocertificarsi impediti ad apparire davanti ad un giudice[no] .

Questo referendum mi ricorda tanto quello promosso dall’allora deputato Mario SEGNI nel giugno 1991 ;

; — era dato per perdente con la probabile mancanza del quorum anche grazie all’invito dell’allora Presidente CRAXI ( e da Bossi ) di ‘ andare al mare ‘ ,

— era l’incipit del tramonto della prima Repubblica sull’onda processuale emotiva e del disastro economico creato da tangentopoli ,

— era l’espressione di un sentimento profondamente popolare teso a cambiare pagina ( ma sarebbe più corretto al tentativo dubbio di farlo ) .

Tutti questi elementi – anche se in forma ‘ammodernata’ ci sono tutti anche per il referendum di domani .

La maggioranza dei cittadini,

da un lato vorrà riappropriaresi di un diritto sacro santo di evitare gestioni di un elemento basilare come l’acqua,

dall’altro vorrà ribadire che il vecchio referendum sul nucleare fu già tenuto e ben chiarito allora il Loro parere in merito a questo argomento ,

infine come la tracotanza di CRAXI di allora fu duramente punita così con il quesito sul legittimo impedimento la si punirà domani .

Le forze politiche che attualmente invitano all’astensione ,

– per non invitare a votare ‘NO’ sapendo che sarà un voto di pochi non volendo certo accumulare un’altra batosta politica dopo quelle comunali –

, hanno escogitato un modo come un altro per rifugiarsi in ‘corner’ .

E con i referendum che di tanto in tanto si ha un barlume  dell’unica vera democrazia ; quella diretta e non ‘intermediaria’ come quella parlamentare .

Un ‘ restyling ‘ attraverso un cambio di persona , ma la sostanza sembra essere la stessa .

Annunci

Commenti su: "REFERENDUM 2011 PERCHE’ VINCERA’ il ‘SI’ ." (2)

  1. Riporto qui sotto quanto già postato come post alla pagina;’

    ; ‘Le DEMOCRAZIE da Contabili (alias…) ‘ post del 13/giugno/2011 ,

    al link ;

    https://soloalsecondogrado.wordpress.com/le-democrazie-da-contabili-alias/#comment-107

    Quanto sopra preventivato si è puntualmente verificato ;

    il raggiungimento del quorum
    e la
    vittoria dei (4) ‘SI’ .

    Era ovviamente nell’aria niente di straordinario .

    Mi preme qui sottolinerae solo qualche aspetto ;

    ogni situazione politica ha un suo grado di elesticità strettamente connessa con la situazione economica .
    Ogni piccola o grande rivoluzione
    – ed un referendum come questo è da ricomprendere tra le piccole rivoluzioni,è, in altri termini, un moto /voto di protesta –
    è indicativa di una anelasticità ovvero di uno scollamento tra chi governa e coloro che sono governati .

    I primi hanno perso il senso del reale e con il voto referendario ne hanno subito le conseguenze .

    Ad es. ;il tentativo di riproporre il nucleare – dopo che nel precedente vecchio referendum la maggioranza dei cittadini ne rifiutò l’impiego – e sopratutto sull’onda emotiva del disastro di fukushima, indica la mancanza assoluta del senso della politica .
    Dopo fukushima doveva essere fatto – da parte del Governo – l’indispensabile passo indietro ed irrevocabile ( e non una moratoria ) sul nucleare .
    Questo ‘dietrofront’ avrebbe comportato una sorta di ‘regalia’ del governo ai cittadini assicurandosi la fiducia di quest’ultimi .
    Al contrario tutto è stato fatto rozzamente ; il nucleare è stato fatto apparire dal Governo come un sacrificio indispensabile .
    Attirando così sul Governo stesso un ampio dissenso .

    .
    L’altro bel regalo del nucleare prima di Fukushima ; Chernobyl .

    La mostruosità è solo e soltanto nella perversità di coloro che pensando in termini puramente utilitaristici – e spesso non per la Collettività ma esclusivamente per le loro tasche – provocano disastri ambientali ed UMANI come la fotografia tristemente ci mostra …

    (continua…)

  2. (…segue)

    La famosissima Opera dello scandinavo ‘Munch’ ; ‘L’urlo ‘.

    L’attuale Presidentessa di Confindustria ; Emma Marcegaglia .

    Non voglio certo discutere delle capacità imprenditoriali della Presidente qui sopra indicata .
    Il fatto di essere una :’ enfant de la balle ‘ o se si vuole una : ‘ fille à papa ‘ non è fatto di per se criticabile .

    Quello che mi ha lasciato perplesso in merito al suo comportamento è l’affermazione da Lei fatta in qualità di Presidente di Confindustria, dichiarazione resa prima del referendum .

    Cito;
    ‘dopo i fatti di ‘fukushima’ la costruzione delle centrali nucleari in Italia subisce un arresto temporaneo – leggi moratoria della Legge in merito alla loro costruzione – ma si faranno in tempi successivi ‘ . (*)

    Il fatto che lascia costernati risiede in una profonda insensibilità per tutto ciò che non rappresenta ‘impresa’ ovvero ‘utili/guadagno’ .
    Non importa cosa può succedere e non importa se la costruzione delle centrali avviene quando già gli altri Paesi le vanno a dismettere ( vedi la Germania ) e quindi risulta un’impresa che dà si utile guadagno nell’immediato, ma evidenzia un mondo imprenditoriale italiano come palesemente assai arretrato poichè il tempo utile era – semmai – 30/40 anni fa , quindi di un passato remoto .

    Tutto questo non importa alla Presidentessa ; basta far cassa .

    La Sua sensibilità di donna sembra essere stata interamente soppiantata da quella di una sorta di automa al cui confronto l’insensibilità di un rettile e romanticismo puro .

    Voglio qui riportare le parole di un grande filosofo e storico dei primi anni del secolo scorso che parlando dello STATO (**) inizia proprio da una definizione dei dati salienti che caratterizzano il gentil sesso .

    …’ tutto quanto è femminile si trova più vicino all’elemento cosmico. E’ più profondamente connesso alla Terra e più direttamente inserito nei grandi cicli della natura.
    Invece il maschio è più libero è più animale è più mobile anche nel sentire e nell’intendere, è più desto ed animato da un un più alto grado di tensione .

    L’uomo vive il destino e capisce la causalità la logica del divenuto, basata su causa ed effetto .

    Invece,
    la donna è il destino ,è il tempo, è la logica organica/biologica dello stesso divenire .Appunto per questo il principio di causalità le sarà sempre estraneo .

    Ogni volta che l’uomo ha cercato di raffigurarsi (mitologicamente) il destino ha avuto sempre l’idea di qualcosa di femminile; Moira, le Parche e Norne.
    (…)La donna non conosce il futuro poichè essa stessa è il futuro .
    Il sacerdote è solo l’interprete ma la donna è l’oracolo .
    Il tempo parla attraverso di Lei .
    L’uomo fa la Storia, la donna è la Storia .(…) ‘

    Oswald SPENGLER .

    Se il filosofo che ha scritto queste belle parole si fosse trovato di fronte a rappresentanti del gentil sesso come quella qui discussa, forse

    avrebbe tirato un rigo su quanto da Lui stesso scritto .

    Un giudizio in merito a Chi legge .

    http://www.corriereinformazione.it/201012155773/istituzioni/italia/emma-marcegaglia-puntare-sul-nucleare.html.

    (*)
    Senza tener conto della gaffe compiuta – ma sarebbe meglio definirla una ‘ misera viltà’‘ – palesando in sede Confindustria tutta la propria solidarietà al dirigente della THYSSEN -KRUPP indagato per la morte dei sette operai nel dicembre del 2007 nella omonima fabbrica.
    Ricordo che le famiglie degli operai non solo non ricevettero alcuna solidarietà dalla dirigenza di fabbrica, ma pure vi fu formale richiesta giuridica di questa di indennizzo miliardario per presunte irregolarità di procedura da parte degli operai periti nel rogo .

    .

    (**)
    Incredibile ma vero tale punto di partenza di Spengler, se si tiene conto del pensiero del notissimo NIETZSCHE quando questi definisce lo Stato come :’

    :’ Il più freddo dei mostri ‘.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: