Solo Al Secondo Grado


Quella etrusca…, d’Arezzo .

Era nell’aria da tempo .

Alcuni con chiarezza lo percepiscono, altri – attreverso i primi – percepiscono la tensione collettiva che il suo possibile arrivo determina .
I più ? I più come al solito dormono .
Il forte possibile vento di svolta è alle porte .
Ma non ce ne dovremmo stupire più di tanto. Almeno lo Storico non dovrebbe .

Il cambiamento che molti credono sostanziale è in realtà di facciata .
Come in questo blog già notato,
[ vedi ai link;
https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/06/11/referendum-2011-perche-vincera-il-si/#comment-116
e,
https://soloalsecondogrado.wordpress.com/attualita/ ],

le democrazie che hanno preso piede dal dopoguerra in poi non sono mai state delle vere democrazie .

E cosa allora? Viene da chiedersi.

Semplicemente delle strutture di Potere caratterizzate
– certamente anche da una possibilità di partecipazione al Potere, inteso quest’ultimo non solo politico ma anche e sopratutto economico, anche per Chi di estrazione più umile -,
dal principio insanabile di surrogazione di vecchie classi privilegiate con nuove ,economicamente più intraprendenti .
Tralasciamo poi
– senza però dimenticare il danno politico provocato dal materialismo storico –
le misere svolte pseudo libertarie dei Paesi dell’Est
( di cui vedi al secondo link qui sopra riportato )

Ciò che realmente è cambiato ,in questa surrogazione da vecchie a nuove classi, è la duttilità del nuovo Sistema nel suo insieme .

E’ certo che forme di corruzione si sono via via negli anni palesate sempre più, ma questo non deve stupire ; nella Roma – democratica/senatoriale – di Cesare i voti erano notoriamente mercanteggiati e non creavano scandalo .Ed altri esempi storici potrebbero essere portati .

Il fenomeno non è moderno – di questi ultimissimi anni – ma presenta marciscenza fin dal suo nascere post bellico .

Tutto questo è dunque in realtà l’esito ,già da tempo noto, di un’ Epoca decadente che potremmo definire ‘post cesarea’ .
Ed ora tutti i malesseri si presentano anche a livello politico come naturale conseguenza di un declino economico incipiente e inesorabile anche se forse con qualche rimedio temporaneo si potrà rintuzzare la debacle economica totale .

Coloro che inneggiano alle armi per

salvare la Democrazia

ovvero :

Jurgen Habermas ( secondo Vattimo )
Alberto Asor Rosa
Gianni Vattimo ; il referente dei primi due ,

[ vedi ai link ;

http://www.nuovitaliani.it/adon.pl?act=doc&doc=612

http://www.ilmanifesto.it/archivi/commento/anno/2011/mese/04/articolo/4446/

http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=Z0ZMU

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/16/piazza-fascismo-e-par-condicio/104921/

Si noti il titolo dell’articolo del tedesco Jurgen Habermasal al primo link :‘ La politica senza qualità ‘ un chiaro riferimento all’Opera dello scrittore austriaco R. Musil :’ L’uomo senza qualità ‘ che si rifà all’Opera del Nostro Italo Svevo :’ La coscienza di Zeno’.
Si noti inoltre il titolo ,nell’ultimo link, :‘Piazza, fascismo e par condicio’ dato da Vattimo al Suo articolo.
Esso cela tutta la consunta e sterile polemica comunista da guerra fredda ,che stupisce in Chi – un Filosofo – dovrebbe avere come unico vessillo la ‘non faziosità’ in ciò che pensa ed afferma

].

,Costoro in realtà inneggiano a

salvare la vita di una Chimera !

Ciò che in realtà temono
è il ritorno di un passato che bussa alle porte come lo spettro shakespeariano nell’Amleto .
Non sto a ripetermi e vedi a tal proposito quanto scritto al link ;
https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/07/26/a-b-breivik-norvegia-22-luglio-2011/

E…, è un passato che reclama inesorabile giustizia storica .

( CONTINUA…,nel commento qui sotto )

e cfr. con quanto alla pagina :‘Le DEMOCRAZIE da Contabili,alias (…)’
al seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/le-democrazie-da-contabili-alias/

Annunci

Commenti su: "Quella CHIMERA chiamata DEMOCRAZIA" (1)

  1. (…segue dall’articolo qui sopra )

    Da ROBESPIERRE a ASOR ROSA

    Riporto uno stralcio di quanto scritto da :’ Alberto Asor Rosa ‘ .

    Alberto Asor Rosa sul quotidiano :’Il Manifesto ‘ del 13 aprile 2011

    (…)La domanda è: a che punto è la dissoluzione del sistema democratico in Italia?
    Riformulo più circostanziatamente la domanda: quel che sta accadendo è frutto di una lotta politica «normale», nel rispetto sostanziale delle regole, anche se con qualche effetto perverso, e tale dunque da poter dare luogo, nel momento a ciò delegato, ad un mutamento della maggioranza parlamentare e dunque del governo?
    Oppure si tratta di una crisi strutturale del sistema, uno snaturamento radicale delle regole in nome della cosiddetta «sovranità popolare», la fine della separazione dei poteri, la mortificazione di ogni forma di «pubblico» (scuola, giustizia, forze armate, forze dell’ordine, apparati dello stato, ecc.), e in ultima analisi la creazione di un nuovo sistema populistico-autoritario, dal quale non sarà più possibile (o difficilissimo, ai limiti e oltre i confini della guerra civile) uscire?
    (…)
    Chi avrebbe avuto qualcosa da dire sul piano storico e politico se Vittorio Emanuele III, nell’autunno del 1922, avesse schierato l’Armata a impedire la marcia su Roma delle milizie fasciste; o se Hinderburg nel gennaio 1933 avesse continuato ostinatamente a negare, come aveva fatto in precedenza, il cancellierato a Adolf Hitler, chiedendo alla Reichswehr di far rispettare la sua decisione?
    (…)

    Tutto quanto qui sopra espresso ricorda una famosissima frase di

    Maximilien ROBESPIERRE :’

    :’ Il modo di governare una Rivoluzione è la tirannia della libertà contro l’Assolutismo .’

    Lascio a Chi legge di cogliere tutta la contraddizione insita – e orgogliosamente sbandierata dall’Autore stesso – in questa frase .

    Ovvio il ripetersi di tale contraddizione in Alberto Asor Rosa .

    Non capire che l’interesse in una qualsiasi Civiltà – se non altro nella sua fase declinante – è regolata dal denaro e che i grandi Ideali sono in realtà niente più che una maschera che cela questi interessi – anche nelle realtà più populiste come quelle comuniste – vuol dire non capire – ma temo non accettare – la Storia per ciò che è .

    [ Si veda in proposito il commento :’
    :’PERCHE’ LA PACE E’ TANTO AGOGNATA ( ? )’dell’ 8/aprile/2011 nella pagina :’
    :’ATTUALITA’ ; nord AFRICA e dintorni .’ ,

    al seguente link;

    https://soloalsecondogrado.wordpress.com/attualita-nord-africa-e-dintorni/.

    Commento in cui è riportata un’altra famosissima frase

    di Heinrich von TREITSCHKE

    che fa triste pendant con quella di ROBESPIERRE e per analogia ricorda quanto espresso da ASOR ROSA ].

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: