Solo Al Secondo Grado

Archivio per febbraio, 2012

NO GLOBAL , BLACK BLOC etc…

NO GLOBAL BLACK BLOC

alias ;

i novelli FALSI-ANTICONFORMISTI

Chi non ricorda un film figlio del sessantotto ( uscito proprio nel 1969) ;

Easy Rider ?

Era l’incipit – prepotente nel suo manifestarsi nei costumi come negli slogans – , di una apparente quanto tragica rivoluzione culturale .
Gli Hippies sembravano travolgere ogni convenzione sociale di stampo borghese .
Il rifiuto di un Mondo livellato sul consumismo era contestato e considerato rappresentante di una economia globale che tutto fagocitava .

Gli sviluppi storici ci hanno mostrato il tragico errore ; il tragico malinteso .

‘ L’Universo ‘ contestato dai ‘capelloni’ non era in realtà che una piccola espressione del Nostro Mondo Occidentale ; niente più .
Contestare questo significò tentare di buttar via insieme ‘ all’acqua sporca ‘ anche il ‘bambino‘ .
Non sto a ripetermi circa l’impostazione concettuale in merito, rinviando dunque all’articolo del 2/gennaio/2012 :‘ GLOBALIZZAZIONE apparente per quanto appariscente ‘ . Direttamente attraverso il seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2012/01/02/globalizzazione-apparente-per-quanto-appariscente/

ed anche :’ A. B. Breivik | NORVEGIA 22 luglio 2011 ‘ al link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/07/26/a-b-breivik-norvegia-22-luglio-2011/

Qui mi preme solo mostrare che nulla è cambiato o, come diceva Marc BLOCH :’

:’ Io studio la Storia perchè mi piace, non perchè la ritengo utile, poichè gli uomini di volta in volta – di generazione in generazione – tornano puntualmente a ricommettere gli stessi errori ‘

Aveva ragione ;

i novelli Hippies sono ai giorni Nostri i ‘no global’ e la loro frangia più violenta ; i ‘black bloc’ .

Solo che la/e ‘variante/i’ attuale/i ha/hanno abbandonato sempre più gli slogans pacifisti di ‘ieri’ ammantati di mistiche orientali ( buddismo/lamaismo etc…) ,per contestare con sempre maggiore violenza – tipica di una parte del Mondo occidentale del primo Novecento – il Mondo occidentale stesso in cui vivono, che li mantiene e che gli ha fornito un bagaglio culturale a quanto pare trasformato in auto-distruttivo/lesionista .

Qui voglio solo – a rigor di logica – sottolineare/mostrare un aspetto del tutto incongruente di quel Movimento ;

essi per contestare una ‘presunta globalizzazione’ che in realtà è solo economica/politica e per giunta non atemporale e irreversibile – vedi in merito link qui sopra per una trattazione completa a riguardo – costituiscono un Movimento che è l’espressione più alta della globalizzazione stessa di stampo occidentale .Movimento ‘puro occidentale’ per mentalità e metodologia !

Si noti – a riprova – se un qualsiasi appartenente a gruppi ‘non occidentali’ – e non serve certo cercarli tra gli appartenenti a Società semplici/antropologiche sperdute in qualche foresta tropicale, ma basta rivolgersi al Mondo levantino – ha realmente aderito a simili mascherate carnevalesche ! E meno ancora ne ha capito la portata, poichè del tutto illogica .

Il ‘male’ dunque è solo in costoro, che prima creano e poi credono ai fantasmi prodotti dalle loro menti distorte. Ne più ne meno .

Nota finale .

A tale movimento ha aderito tra i vari personaggi di chiara fama Noam Chomsky ; un noto filologo .
Lo si usa chiaramente come specchietto per le allodole .
Si tenga solo presente che se si è capaci / straordinari in un determinato campo non per questo significa che lo si è in altri … Credo di essere stato chiaro .

Saluti, topo.gigio .

Annunci

Stanley Kubrick : ‘ Il patriottismo è l’ultimo rifugio della canaglie ‘

PIANETA KUBRICK

Questo regista inglese,
oriundo americano è notissimo anche ai ‘non addetti ai lavori’ ,per un paio di film che sono entrati non tanto nell’immaginario collettivo quanto – a torto o ragione – nella memoria di molti cinefili senza ‘pretese’.

(…)


Kubrick

Al seguente link commento del 16/febbraio/2012 – ,
[ nella pagina : ‘ Quattro chiacchiere sul CINEMA d’ ESSAI e sul suo scomodo valore ‘ ].

vedi resto dell’articolo sulle Opere cinematografiche di questo Regista

: https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-225

‘Il CHE’ , … Che Guevara ; Uno SPACCATO della NOSTRA SOCIETA’ , alias ; l’ IDENTIKIT ‘ …….

[ vedi link di rinvio in fondo a questo stesso articolo ] .

………..’ IL CHE ‘ del terzo millennio ;
sovrappeso, un pò miope e dall’espressione palesemente intransigente (**) .

Questa è in realtà l’immagine dei tristi accoliti del ‘CHE’ del XXI sec. ,
che seppur pochi gridano forte per coloro (le nuove generazioni) che non li ascoltano più.
Un pò come quei cani che più son piccoli più abbaiano e ringhiano ottenendo solo un unico effetto; quello ‘ SPAM ‘ .

Premessa ;
poche righe di spiegazione/presentazione .

Il presente articolo e le immagini d’animazione/disegni presentate ,frutto di una trasfigurazione in chiave moderna dell’immagine originale del notissimo guerrigliero argentino naturalizzato cubano ;

Ernesto Guevara

possono ben rappresentare l’evoluzione di tutto un Pensiero occidentale ,
ed in particolar modo europeo ed ancora più precisamente di una parte del mondo politico italiano ( parlamentare ed extra parlamentare ),
dal dopoguerra in poi fino alla caduta del Muro berlinese nel 1989 .
Il guaio – con particolar rilievo per il Nostro Paese, l’Italia, – è che qui tale modo di pensare perdura ancora .
Il risultato di tutto ciò è quanto mai bizzarro se non grottesco ;
si ottiene infatti un Pensiero che le immagini d’animazione qui presentate rappresentano appieno .

Lo scadimento da una realtà
ipotizzata attraverso un modello politico ideologico ed economico creato dal filosofo tedesco di origini ebraiche ,Carlo Marx e tragicamente realizzata nei Paesi comunisti
ad una nuova realtà puramente onirica e di sterile consistenza che alcuni intellettuali
( pseudo intellettuali che personalmente definisco :‘ GLI ANTI CASSANDRA ‘ ,vedi articolo al seguente link ;
https://soloalsecondogrado.wordpress.com/i-dossiers-w-tobagi-e-g-rossa/ )
continuano a propugnare ; finendo con lo scadere nel grottesco come le due immagini trasfigurate mostrano/dimostrano .

(**)
Nota ulteriore sull’iimmagine;

; deriva da un lavoro di animazione televisivo :’ i Griffin‘ dell’americano MacFarlane .
In cui si critica attraverso il personaggio/protagonista, l’americano medio .
Bisogna riconoscere che in questo Paese – dove molte contraddizioni e leggerezze nei Suoi appartenenti sono presenti in modo marcato – si è tuttavia capaci di fare della satira di prim’ordine.

Ma….
Proviamo a fare un processo di destrutturazione e ricostruzione di questa stessa immagine –

– già di per se prodotto di trasformazione della famosa fotografia scattata dal fotografo cubano Korda, come sopra fatto cenno –

– , utilizzando la maestria di W. Disney . [ Dunque, come da titolo ,facciamo un ‘ IDENTIKIT ‘ ma… nel tempo ] .

Tolta la barba e gli occhiali, – quest’ultimi poco gli servono dato che legge poco (perchè sa già tutto ed è sicuro di tutto) – messa in evidenza la mascella forte (segno di indubbia forza di volontà), ed infine evidenziato un aspetto complessivo di rude determinazione (votata senza dubbio al benessere collettivo),[anche se qualche ‘mezza lasagna‘ di troppo gli ha fatto evidenziare la ‘curva della salute‘ ],

,ecco che otteniamo un personaggio creato negli anni sessanta, facente parte del mondo di W. Disney – più precisamente di ‘PAPEROPOLI’ – :

: ANACLETO MITRAGLIA .

Poche note su questo personaggio.

—’Minore’ nel senso che è poco presente a differenza di altri nelle famose storie a fumetti.
—’Monotono’ nel senso che è costantemente votato al litigio senza mezze misure.
—Sicuro delle proprie ragioni e sopratutto inamovibile nel NON discutere le argomentazioni altrui, anche se magari valide .
Incredibile come a distanza di anni, certi personaggi seppur frutto dell’ immaginazione siano a loro modo rimasti validi/attuali, nella loro capacità di tratteggiare con ironica intelligenza persone reali non solo del tempo in cui nacquero ma anche del Nostro .

Questo è il link
di rinvio al commento del 14/maggio/2011 alla pagina :’

SOFRI , BATTISTI & C. ( D. FO , incluso ) / Riflessioni varie.

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/sofri-battisti-c/#comment-80

commento che qui ripropongo sotto forma di articolo .

In conclusione (…) ?

Continuare a credere a falsi miti e sopratutto a coloro che li sbandierano a proprio uso e consumo non può che impedire pericolosamente e tragicamente il tentativo di affrontare concretamente e fattibilmente le nuove sfide che i nuovi tempi ci impongono !

Nota finale ;

Uno strano scherzo postumo del destino – o di chi pare a Voi – ha voluto che al Nostro Personaggio qui trattato ,tragicamente reale, fosse dato il nome di battesimo di

ERNESTO ;

proprio come il Protagonista di un’Opera teatrale di fine Ottocento di Oscar WILDE . Opera titolata :’
:’ L’importanza di chiamarsi Ernesto ‘ ( tit. orig.:’The Importance of Being Earnest’)

Opera in cui il brillante Wilde non smette mai di sottolineare ironicamente che :’

:’ solo chiamandosi Ernesto si può combinare qualcosa di buono affermandosi nella vita ‘

.[ Chissà se Ernesto Guevara ha mai rimproverato – o lodato – i genitori di avergli dato questo nome di battesimo ,costringendolo – o permettendogli – così (ad) un ruolo storico del tutto peculiare ; quello di scrivere favole per adulti con il piombo ! ].

In ogni caso alle volte la realtà – è proprio il caso di dirlo – supera la fantasia !

Nota ultima ;

Confrontando le due immagini qui sotto non vi sembrano omologhe con una semplice distinzione di sesso ?

Entrambi ipovedenti con lo stesso mento volitivo ed espressione, stesso sovrappeso etc…

Fate un pò Voi .

Dario Fo,” Nobel da buttare ”


Dario FO ; il giullare di se stesso .

Dario Fo, ” Nobel da buttare ”

Ecco qui di seguito un vecchio articolo di giornale – quanto mai attuale ! –

L’articolo ,come si vede, è titolato :’ Dario Fo, ”Nobel da buttare” , e risale al lontano 1975

Cfr.

con quanto ai seguenti link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/sofri-battisti-c/
( vedi al post del 23/novembre/2011 )

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/ ( vedi al post del 21/novembre/2011 )

Come dico sempre ognuno ne tragga, dopo la lettura di quanto sopra, le conclusioni che meglio crede .

P.S.

Voglio solo qui invitare ad un confronto/riflessione tra due Figure ;

la prima è quella del Personaggio qui trattato dei giorni Nostri – Dario Fo – ,

la seconda è quella che rappresenta un intero Universo di un lontano passato ;

Tommaso D’Aquino meglio conosciuto come : ‘il bue muto‘ o l’ ‘Angelicus’ .

Confrontando le due Figure si nota subito ciò che principalmente le distingue ;

i ‘grammelot’ di Dario Fo ovvero gli urli sguaiati che tanto tormentano a vuoto Coloro che li ascoltano e,

dall’altra

il silenzio di D’Aquino che molto ascoltava [ in silenzio; da qui l’epiteto di ‘(…) muto’ ] e poi rispondeva con cognizione di causa . E la ‘prova del tempo’ ha dato ampia testimonianza sulla bontà delle Sue risposte .

Saluti, topo.gigio .

Tag Cloud