Solo Al Secondo Grado

Andreotti; l’universo del sempiterno Giulio.

giulio.

A pochi giorni dalla scomparsa , 6maggio2013 , del Senatore a vita per antonomasia,
sulle cui vicende politiche/giornalistiche si sa/e si dice un pò (di) tutto ed un pò (di) niente
la riflessione più semplice e stranamete più circolante e più logica sulla sua figura sta in una apparentemente impensabile – data la notorietà del personaggio – domanda :’

:’chi è stato Giulio ANDREOTTI ?

Ci appare una domanda retorica, cioè che contiene già in se una risposta scontata .

Egli rappresenta ,come pochi, un’epoca d’Italia,
– dal dopo guerra in poi fino alla fine del secolo scorso – ,
in cui la ricerca ,l’interpretazione e l’espressione del modello democrazia era un simulacro intangibile quanto mai collimante con la nota figura biblica del vitello d’oro .
Il tutto filtrato attraverso un equlibrio tra forze politiche contrastanti e mai – fino al Governo attuale – conciliabili. Inconciliabili per apparenti motivi idelogici ma in realtà molto più terreni e meschini che mai .
E questo ulteriormente filtrato attraverso la presenza , – ben gradita per alcuni, asfissiante per altri – , dell’universo Cattolico .
Una Chiesa, una Santa Sede, piazzata proprio al centro della Capitale d’Italia .

Per rappresentare/governare tutto questo appare subito evidente una qualità imprescindibile di chi è stato ben sette volte Presidente del Consiglio dei Ministri ; quella di un giocoliere sopraffino.
Un giocoliere del Pensiero ,delle trattative politiche, dei ruoli di volta in volta assegnati etc…

Tante qualità meno quella fondamentale;

; quella di saper guardare ,operando di conseguenza, al futuro di una Nazione in modo veramente costruttivo senza faziosità partitiche e di classe .

Una Nazione che vede a causa di questi passati giochi di potere – che perdurano tutt’ora – una decadenza che rischia di essere senza ritorno .

E’ per questo che in Germania l’Italia viene definita – non a torto – con espressione italiana :’

:’ il bel Paese ‘.

E negli U.S.A.
, con maggiore ingenuità , si continua ad affermare che ‘non si riesce a capire la politica italiana’ . Un Paese, gli U.S.A. , dove un’ origine anglosassone vede come ‘conditio sine qua non’ il rispetto delle istituzioni prima di tutto da parte di chi ricopre un ruolo sociale di rilievo .

E’ da un contesto di questo genere che figure come Andreotti – in rari momenti di ‘impensabile sincerità – ‘ , hanno affermato quasi seraficamente :’

:’ Giorgio Ambrosoli ‘ se l’è cercata ‘

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: