Solo Al Secondo Grado

Archivio per dicembre, 2014

Il Buddha…

Il Buddha…

in Toscana.

colline toscane presso Pomaia (Pisa)

colline toscane presso Pomaia (Pisa)

Cosa c’entra

– o, usando un toscanismo , cosa ‘ c’incastra ‘ od anche, cosa ‘ ci combina ‘

il mondo buddhista o sua variante quello lamaista , che ecletticamente fonde il mondo buddhista indiano con le antiche tradizioni/credenze tibetane,
con la Toscana ,antica Regione storica d’Italia, che affonda le sue tradizioni nel cattolicesimo più puro, (‘realtà religiosa’)
e storicamente nel mondo etrusco,quindi pre-romano,di diretta origine greco classica,(‘realtà mitica’)

resta di primo acchito un mistero.

anfora panatenaica museo archeologico etrusco egizio firenze

anfora panatenaica museo archeologico etrusco egizio firenze

Eppure bisogna prendere atto che un simile mondo religioso originario della lontana Asia centro meridionale ha preso piede, ricavandosi un suo angolino nel cuore dell’Italia.

Ma procediamo con ordine ;

cuius regio eius religio

ecco un vecchio motto latino che recita (in lingua italiana):’

:’ a ciascuna contrada/regione la sua religione’ .

Inutile sottolineare che pur non essendo più, la Religione cattolica, Religione di Stato, resta pur sempre l’universo spirituale per la maggior parte degli italiani.
Per giunta Roma è,con la Santa Sede, la sede del cattolicesimo col Suo più alto rappresentante, il Papa.
Ma ciò,evidentemente, sembra non bastare più. Sembra non soddisfare alcune esigenze spirituali che col mutare dei tempi vanno ad imporsi nelle coscienze di alcuni,cattolici e non .
Si noti innanzi tutto questi due elementi;

° nel buddhismo si può essere buddhisti ed anche, ad esempio, cristiani. ( Non è possibile l’inverso ).

° Nel buddhismo si è in presenza di un universo religioso del tutto singolare ,
, un mondo religioso in cui non esiste propriamente una, o più, divinità.
Il Buddha, benché venerato, non è un Dio come Cristo, Allah, le divinità induiste etc…
Si è in presenza di una spiritualità fatta di disciplina e rispetto ad oltranza per il prossimo. In cui l’uomo è al centro di questo universo religioso e non più un Dio certo misericordioso ma primo soggetto assoluto d’amore.
Ricordate le parole di Gesù :’

:’ Chi ama il padre o la madre più di me, non è degno di me; e chi ama il figlio o la figlia più di me, non è degno di me.’Matteo 10/37

?
Di certo un qualsiasi cristiano opporrà, ad una valutazione di questo genere, un ;
;’ ma no…’ , ‘non è proprio così’, ‘non si può leggere un brano fuori da un contesto…’

Ma certe sottigliezze interpretative, quando divengono troppo sottili, finiscono per essere inconsistenti e controproducenti ed il potenziale fedele prende altre strade…

————————

Il buddismo è dunque l’unico Sistema religioso con una singolare caratteristica:

:il Buddismo crea da un’Etica e dunque da una morale, un’Ontologia – un Essere supremo, che non è nulla di specifico in se, se non l’uomo stesso al centro del mondo -.
Procedimento esattamente opposto alle altre Religioni che fanno discendere, derivare un’Etica da un’Ontologia, da un Essere supremo di cui si è certi dell’esistenza tramite testi sacri.
I famosi ‘cilindri di preghiera’ buddisti/tibetani non sono preghiere inviate ad un Essere supremo, bensì altro non sono che dei mantra
– cioè preghiere di sicura efficacia per la forza spirituale insita nelle parole che lo compongono
( come una formula magica, per capirci: ‘apriti sesamo!’/’open Sesame!’/’Sesam öffne dich!’ ) – .

Il Buddha; un Maestro di vita ma non una divinità

Il Buddha; un Maestro di vita ma non una divinità

Il nodo infinito tibetano; una sorta di amuleto lamaista benaugurale.

Il nodo infinito tibetano; una sorta di amuleto lamaista benaugurale.


Ma forse proprio questa non divinità del Buddha, tra i vari elementi possibili, ne fanno una realtà spirituale molto più terrena .
Vicina ed avvicinabile a differenza di molte altre tanto ostiche quanto piene di precetti ‘duri’ a digerirsi e da accettare anche per la loro provenienza storica ormai in qualche modo obsoleta.
Se poi ,
per tentare di capire il successo che tale disciplina spirituale sta avendo al di fuori dei suoi confini storici,
ci aggiungiamo;
°
la semplicità ‘francescana’ tutt’altro che secolare dei suoi rappresentanti,Lama o Bonzi che siano,
°
la parallela semplicità delle genti tibetane stesse,per giunta oppresse da un colosso geografico e politicamente dispotico come la Cina,reduce da più di mezzo secolo di ateismo di Stato,
°
la posizione ai confini col tetto del mondo
( ricordo che la montagna ha sempre avvicinato a Dio , ad esempio il ‘discorso della montagna’ di Gesù, Elia sul monte Oreb, come Mosè sul monte Sinai etc…)
che induce naturalmente alla spiritualità più ascetica,
( e la catena montuosa tibetana è quella più alta del mondo),
°
la tendenza a straniarsi, da parte delle autorità religiose,Dalai Lama in testa, a problematiche politiche internazionali.
( Indubbio il fatto che più un religioso ,un ecclesiastico, si occupa di problematiche ‘terrene’ più scade,perde consistenza/forza ieratica).
°
Ed ancora la semplicità quasi biologica di alcuni precetti del Buddha che qui elenco brevemente;
; la vita è dolore,
il dolore è generato dal desiderio
il desiderio si può ridurre fino ad annullarlo
esistono varie vie per fare questo,
il Buddha,cioè
l’Illuminato,ne indica una…

ecco che tutti questi elementi sommati ci chiariscono almeno in parte il nostro stupore iniziale sul perché di una tale diffusione del mondo lamaista/buddhista in molti Paesi occidentali.

logo dell'Istituto Lama, 'Tzong Khapa',presso Pomaia (Pisa)

logo dell’Istituto Lama, ‘Tzong Khapa’,presso Pomaia (Pisa)

portale d'ingresso,dell'Istituto Lama Tzong khapa di Pomaia (Pisa)

portale d’ingresso,dell’Istituto Lama Tzong khapa di Pomaia (Pisa)

portale d'ingresso,visto in uscita,dell'Istituto Lama Tzong khapa di Pomaia (Pisa)

portale d’ingresso,visto in uscita,dell’Istituto Lama Tzong khapa di Pomaia (Pisa)


Ma torniamo a soffermarci sull’Istituto Lama, ‘Tzong Khapa’,presso Pomaia (Pisa);
voci di portineria che circolano nei paesotti limitrofi all’Istituto lama,sostengono che la struttura è nata grazie alla generosa donazione niente di meno che del famosissimo attore americano Richard Gere,pare vicino al mondo buddhista.

( Voce generata,probabilmente, da un mescolanza di ingenuità cinematografiche mal interpretate degne di una spettatrice da ‘sceicco bianco’ di felliniana memoria , e a un pizzico di disagio/disappunto per un mondo così culturalmente lontano e improvvisamente ‘vicino di casa’ ).

Niente di vero ;
;esso nasce si da donazione ma da parte della famiglia toscana ‘ Corona – Vassallo ‘ negli anni cinquanta circa, in seguito alla fiducia da questa riposta nel Lama thubten yeshe fondatore dell’istituto stesso ,dopo alcuni anni dal suo arrivo .

in basso le fotografie in bianco e nero del  lama thubten yeshe fondatore dell'istituto lama di pomaia(pisa)

in basso le fotografie in bianco e nero del lama thubten yeshe fondatore dell’istituto lama di pomaia(pisa)

la sede dell'istituto lama di pomaia(pisa),

la sede dell’istituto lama di pomaia(pisa),

la sede dell'istituto di pomaia (pisa) ,2
gazebo,pagoda con ruota delle preghiere,presso l'istituto lama di pomaia (pisa)

gazebo,pagoda con ruota delle preghiere,presso l’istituto lama di pomaia (pisa)

descrizione della 'ruota della preghiera'
pianta del monastero lama di pomaia(pisa)

pianta del monastero lama di pomaia(pisa)

stupa,buddisti presso Pomaia(Pisa)

stupa,buddisti presso Pomaia(Pisa)

stupa,particolare del reliquiario

stupa,particolare del reliquiario

Le bandiere,qui complesse, delle preghiere

Le bandiere,qui complesse, delle preghiere


bandierina lama con scritte in sanscrito,presso pomaia (Pisa)
Presso questo istituto lama toscano, nello scorso giugno (2014), il Dalai Lama Tenzin Gyatso, la massima autorità di questa confraternita religiosa, ha fatto visita, onorandolo con la sua stessa presenza.

Nel corso della storia abbiamo assistito a Riforme e Controriforme .
Tutto nacque dall’impossibilità di gestire, da parte del mondo cattolico di allora, una realtà religiosa espressione di realtà sociali ed economiche differenti da quella dove il Papa risiedeva – Roma – .
Da cui l’espressione di cui sopra :’ cuius regio eius religio’.

Oggi a distanza di circa mezzo millennio da quei turbolenti anni di sommovimenti e conseguenti conflitti religiosi assistiamo a qualcosa di simile;
un bisogno forse più intimo,più interiore e meno socio economico, ma non per questo meno potente, di integrare una realtà religiosa locale, autoctona, quella cristiana per Noi occidentali, con quelle orientali quale il buddhismo.

Un sincretismo religioso che nasce dalle coscienze dei singoli. E di cui il buddhismo è una delle varie espressioni.

un'immagine ciclopica,sacra presso l'istituto lama di pomaia(pisa)
Voglio solo qui ricordare una frase di grande intuizione scritta più di settant’anni or sono :’

:’ Il buddhista sarebbe felice se il mondo si addormentasse attorno a lui; il fariseo sarebbe un uomo finito se attorno a lui la vita cessasse di voler riprendere forma senza posa … ‘

Essa metta ben in luce
le enormi differenze psicologiche tra le varie ‘produzioni mistiche’ che differenti realtà geografiche, quindi culturali generano.

Annunci

McDonald’s‎ e dintorni (2) / Avanti c’è posto !

McDonald’s‎ e dintorni (2) / Avanti c’è posto !

A completamento del post/articolo qui subito sotto :’
:‘Do we laugh? (3) / McDonald’s‎ e dintorni’ ,del 19/dicembre/2014

segue questo post con alcune considerazioni.

il progresso secondo McDonald's ; prima fase

il progresso secondo McDonald’s ; prima fase

il progresso secondo McDonald's;ultima fase

il progresso secondo McDonald’s;ultima fase

il guerriero di Botero, alias la vera ultima fase del progresso, by Mc ;una pingue ma fiera obesità guerriera!

il guerriero di Botero,
alias la vera ultima fase del progresso, by Mc ; una pingue ma fiera obesità guerriera!

Avanti c’è posto !

È una vecchia espressione, ormai caduta in disuso ,utilizzata dai ‘bigliettai‘ di autobus o similari mezzi di trasporto.
(Personalmente ricordo ancora questa espressione,quando da ragazzo mi recavo a scuola).
Solitamente questa espressione era del tutto falsa ;
posti a sedere in fondo all’autobus non ce ne erano.
Tutti occupati! Tutti già occupati!
Ed allora inevitabilmente ci si chiede/chiedeva come mai il ‘bigliettaio’ affermasse ciò?
La ragione era/è molto semplice, come la risposta;
; il desiderio, la necessità di evitare che i passeggeri se ne stessero in testa all’autobus formando una sorta di ingorgo umano che impediva di far svolgere al bigliettaio il suo lavoro con sufficiente sveltezza ed anche ,perché no, per sua comodità personale.

Nella lotta di tutti i giorni,
un personaggio cinematografico –‘zio Hugo’ – affermava;

:” In fondo che cosa è il crimine se non il lato sinistro della lotta per la vita ? ” .

vedi ne:
GIUNGLA d’ ASFALTO .(’ The asphalt jungle ‘ del Regista John Huston )

direttamente attraverso il seguente link;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-78

Il mondo
deve necessariamente essere fatto di piccole bugie magari dette a fin di bene.
Anche, ad esempio, nel mondo psicanalitico,
dunque nel mondo medico si ritiene che alle volte quando una verità detta ad una persona cara non può essere da questa metabolizzata, occorre, è meglio, celarla dietro una proficua bugia.

Tutto questo per sottolineare che in fondo anche i ristoranti seriali,le catene dell’alimentazione ben presentati rappresentano una necessità per chi, magari solo transitoriamente per la crisi economica in corso, vuole distrarsi e distrarre la famiglia spendendo poco, pochissimo e illudendosi di aver mangiato chissà quale ‘delicatesse’ da gran ristorante.
Ma di certo per molti rischia di divenire un’ abitudine e sopratutto un mezzo utilizzato da alcuni per annullare il senso critico di molti !
Se…ti ripetono quotidianamente che:’

Avanti c’è posto !

anche sapendo che non c’è si va avanti comunque, come se ci fosse!

Come
si è visibilmente intuito il significato di alcune Opere di Fernando Botero,attraverso quella famosissima de:’ il guerriero‘,
Così
ora possiamo comprendere alcune Opere dello scultore polacco, recentemente scomparso ( nell’ottobre 2014 ), Igor Mitoraj;

Un don Chisciotte,acefalo,in continua lotta anche se forse sa di aver perso la lotta (per la vita) in partenza!

Un don Chisciotte,acefalo,in continua lotta anche se forse sa di aver perso la lotta (per la vita) in partenza!

l'uomo moderno di Igor Mitoraj; una sorta di Icaro ormai cosciente di essere incompleto, e quindi inadatto a volare

l’uomo moderno di Igor Mitoraj; una sorta di Icaro ormai cosciente di essere incompleto, e quindi inadatto a volare


Un Icaro moderno conscio che la sua epoca è ormai al tramonto.Così come è avvenuto per l’Icaro ellenico .

Nel mondo di Mitoraj, -come già notato  nei post qui sotto sul 'Caos dell'arte occidentale del XX secolo...' dell'ottobre/2014 (tre post) - la tendenza ad una descrizione decadente del mondo attuale attraverso la patina dell'antico presente in Opere del passato è ormai un classico della scultura contemporanea, e non solo in Mitoraj.

Nel mondo di Mitoraj, -come già notato nei post qui sotto sul ‘Caos dell’arte occidentale del XX secolo…’ dell’ottobre/2014 (tre post) –
la tendenza ad una descrizione decadente del mondo attuale attraverso la patina dell’antico presente in Opere del passato è ormai un classico della scultura contemporanea, e non solo in Mitoraj.

Si veda difatti quest’Opera di Eugenio Riotto ;

Eugenio Riotto; ovvero l'amore come unico elemento che tutto sublima.

Eugenio Riotto;
ovvero l’amore come unico elemento che tutto sublima.

Eugenio riotto

Si noti in quest’Opera di Riotto la ripresa dell’elemento

‘ali’ presente in Mitoraj .

Entrambi gli innamorati sono forniti di una sola ala; come a significare ugualmente nell’Icaro di Mitoraj l’impossibilità a volare.
Tuttavia con quest’Opera di Riotto il pessimismo è attenuato dall’amore tra i due innamorati; l’ala di lui unita a quella di lei permetterà il volo!
Si noti inoltre in entrambi gli amanti ,la mancanza delle braccia.
Qui,diversamente che in Mitoraj, non vuol significare un limite,una deficienza ma al contrario vuol significare la loro superfluità.
Le braccia possono servire a tenere uniti due corpi distinti,ma in questo caso, essendo i due amanti ‘un’entità unica ‘, non necessitano di essere legati da braccia.
( Molto romantico,indubbiamente ! )
Inoltre la scultura di Riotto è priva della ‘patina del tempo’ che tanto dà l’idea di un passato ormai irrimediabilmente tale, come nelle Opere di Mitoraj .

Come sempre dico,
ognuno ne tragga le considerazioni che meglio crede.

Nota;
da un ‘Mc’ si è passati ai ‘dintorni’.
Da un mondo commerciale puro e criticato da molti,
,seppur commercialmente di successo – successo che tutto fa perdonare -,
si è passati ad analizzare brevemente un mondo parallelo, artistico culturale, che sembra essere assai lontano dall’altro.
Ma in realtà si è visto il loro legame e la critica del secondo al primo.
Ed anche il ritorno d’immagine e quindi pubblicitario del primo dall’atteggiamento critico del secondo.
Sembra non esserci scampo da un Sistema
che trova la sua rigenerazione nella critica e, attraverso la sua intrinseca e straordinaria elasticità si adatta ad ogni nuova necessità sopravvivendo alle sue interne micidiali contraddizioni.

Ricordo ancora quanto già detto sul rapporto Arte e mondo economico al seguente link,
https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-1138
quando si parla del legame tra l’Arte – la pop-art – di ANDY WARHOL e LICHTENSTEIN e il Sistema economico dei consumi di massa.

______________________

A proposito,

Un alberello natalizio piccolo piccolo ma carico - necessariamente - di speranze grandi grandi.

Un alberello natalizio piccolo piccolo ma carico – necessariamente – di speranze grandi grandi.

Buon Natale Merry Christmas Joyeux Noël Frohe Weihnachten Feliz Navidad,2014

e…

felice happy heureux glückliches feliz 2015

Do we laugh? (3) / McDonald’s‎ e dintorni

Do we laugh? (3) / McDonald’s‎ e dintorni

Premessa;
quanto qui di seguito non vuole essere l’ennesimo attacco ad una multinazionale dell’alimentazione , del cibo ‘fast food’ e similari industrie .
Se volessi far questo sarei ben in ritardo e ridondante.
L’intenzione qui di seguito , leggendo quanto segue, apparirà chiara nella sua semplicità; mettere in evidenza alcune contraddizioni in noi tutti più o meno latenti che trovano espressione chiara nelle fattezze di coloro – i più – che vi incappano.
__________________

Incominciamo raffrontando due semplici fotografie;

culo d'autoreculo non d'autore

La prima fotografia

– a sinistra di chi guarda – ,
inutile sottolinearlo è l’ideale  conformazione per ogni femminuccia ,  di una parte anatomica quanto mai bassa e tanto in auge ,
ed è anche l’ideale parte ammirata dalla maggior parte dei maschietti.

la seconda fotografia

– a destra di chi guarda – ,
non abbisogna di commenti; invita solo ad un sommesso silenzio .

Mille considerazioni si possono fare in merito a tali differenze;
° genetica, età, attività fisica, sedentarietà, alimentazione etc…
Tutto vero, niente da eccepire.
Ma di sicuro le considerazioni più marcate anche se non particolarmente evidenti, non vengono fatte o semmai solo accennate.

Eccone alcune;
in un mondo che esalta la dignità umana, l’intelligenza, la profondità di pensiero, etc…
la parte anatomica che dovrebbe essere più trascurata è in realtà la più osservata da se stessi e da altri .E’ forse quella che angoscia maggiormente per la sua fattezza spesso deprimente.
Una vecchia volgarotta espressione toscana recita :”

:” fare i discorsi a c… !”

E’ proprio quella parte anatomica che invita alla riflessione , collegandole , la formidabile(?) mente umana!
Quella parte anatomica ci dà a suo modo il metro di misura dei nostri limiti, mettendo in luce una realtà da cui al massimo ci si può consolare al prezzo di un ulteriore consolidamento volumetrico di quella stessa parte .
Ma tutto questo non si limita certo al proprio universo personale, alla nostra privacy, tutt’altro esso si riversa anche nel mondo che ci circonda.

Qui voglio solo sottolineare due,tre aspetti;

si sarà notato
che se si entra in qualche pizzeria, piccolo ristorante, bar, etc… le cameriere sono d’aspetto piuttosto carino.
Se entrate in un Mc o altra attività similare noterete che nella maggior parte dei casi le cameriere/lavoranti sono d’aspetto simile alla fotografia n° 2,qui sopra.
E questo non tanto per il fatto che magari avendo sotto mano il cibo che vendono se lo mangiano anche loro.
Difatti pure le ‘cameriere magre’ hanno un aspetto tutt’altro che avvenente. Direi ‘esangue’ .
Mc e dintorniMc e dintorni2

Esse, tali cameriere di fast food , non sono scelte a caso;
esse di certo sono scelte col ben preciso intento, di evitare nel cliente, un ulteriore senso di frustrazione, di senso di colpa ogni qual volta decide di entrare in un locale noto per gli apporti calorici e qualitativi – sopratutto dal punto di vista medico nutrizionale – non certo da dieta dimagrante e da salutisti vegani !
e quindi che c’è di meglio se non una rassicurante cameriera ben in carne con grasso addosso mal distribuito!
Si noti inoltre,
che l’aspetto sessualmente sconsolante di quelle cameriere di fast food, rassicura anche le clienti, mogli fidanzate etc… , dai potenziali sguardi indiscreti dei maschietti che le accompagnano.
Sanno bene che non c’è pericolo di confronti che possano indurre il loro maschietto a ritornare sulle scelte sentimentali fatte o in corso !

Un altro punto
sta nella visione generale di ciò che il cliente fa,pensa .
Nel senso di come egli debba essere rassicurato nell’inquadrare l’alimentazione da un punto di vista culturale, sociale ed etico.
Ecco una immagine diffusa in uno di questi locali, che parafrasa la vetta più alta del Rinascimento, quella dell’uomo al centro del mondo;

; la creazione dell’uomo da parte di Dio secondo affresco di Michelangelo nella cappella sistina a Roma.

L'odierno mondo michelangiolesco!

L’odierno mondo michelangiolesco!

Cosa c’è di meglio se non elevare un umile panino al rango di ‘cibo/nettare degli Dei’ , di ellenica memoria , ponendolo al centro della creazione rinascimentale, primavera della Nostra attuale Civiltà !

Un altro punto
sta nella universalità di chi serve e viene servito ;
; ricordate la famosissima fotografia di Oliviero Toscani ,’Benetton’ :’ UNITED COLORS OF BENETTON ‘..? ( Tanti ragazzi di diversa etnia sorridenti ed insieme, uniti da comune abbigliamento..? )

Non si manca dunque di assumere una persona di colore per evidenziare questo aspetto globalizzante/unificante ed anti razzista.

UNITED COLORS OF BENETTON o suppergiù

UNITED COLORS OF BENETTON o suppergiù

Un altro,ultimo punto;

le più disparate considerazioni su chi siamo e dove andiamo si sono sempre fatte.

Alla Mc e dintorni hanno di certo le idee chiare;

; il progresso è da loro , è presso di loro,
( come nel Testo sacro :‘ il verbo era presso Dio…era Dio’ )

Le due seguenti immagini parlano da se;

da dove veniamo e dove andiamo, progredendo...

da dove veniamo e dove andiamo, progredendo…

progresso secondo Mc

Ora possiamo capire bene tutta l’ironia che ha fatto la fortuna del noto Artista Fernando Botero;

il guerriero di fernando botero

il guerriero di fernando botero

il guerriero di fernando botero

il guerriero di fernando botero

targa del guerriero di botero Pietrasanta (LU)

targa del guerriero di botero Pietrasanta (LU)

Chi era quel filosofo che ha affermato :”

:” il progresso è stato un tragico errore “

?

Ricordo gli altri due articoli/post con medesimo titolo;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2014/11/01/do-we-laugh-2/

e

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2014/10/18/do-we-laugh/

Circa i paralleli aspetti psicologici tra quanto sopra notato e quanto nel mondo dei fumetti già scritto vedi post/articolo al seguente link;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2014/11/26/walt-disney-e-luniverso-parentale/

Nota
su un prodotto base tipico italiano.

Notate quanto pubblicizzato nella locandina qui sotto fotografata;

Hamburger di chianina  by McDonald's ; della serie “Grandi Carni Italiane” (?!)

Hamburger di chianina by McDonald’s ;
della serie “Grandi Carni Italiane” (?!)

Da diversi anni ,poco più di un lustro,
il gruppo Mc ,anche per ammissione diretta del suo amministratore delegato per l’Italia ,Roberto Masi, ha dovuto adeguarsi ai gusti più ricercati/selezionati del consumatore medio.
( Si ascolti, a riprova recente intervista,pochi giorni fa, siamo nel dicembre 2014, intervista a Roberto Masi a Focus economia ,programma di Radio 24, il sole 24 ore,programma del giornalista economico Sebastiano Barisoni )
E quindi in Italia almeno viene da Mc distribuito il ‘pacchetto’ con protagonista la carne di manzo ‘chianina’ carne tipica di manzo toscano-umbro ( la Val di Chiana si estende tra queste due Regioni italiane ).
Il prezzo attuale di un hamburger Mc , cioè di un panino morbido con dentro una braciolina ( svizzera ), cioè circa 100 grammi di carne chianina trita grigliata , è di 6€.
La carne chianina ivi contenuta è di un colosso della distribuzione di carne che è il gruppo Cremonini.

Analizziamo un attimo la faccenda – questa brillante operazione salutista commerciale da ‘ gran Gourmet ‘ – nel dettaglio ;

°
dai 6€. del costo del ‘pacchetto chianina’ togliamo un paio di euro per il costo del companatico ( panino, salsina etc…) resta un costo di circa 4€ per 100grammi di carne trita chianina.
Il che significa un costo commerciale di 40€ al chilogrammo.
40€, si badi bene, non per un taglio di carne di pregio, costata/fiorentina con filetto od altro ( groppa etc…) ma per una miscellanea anonima di tagli.
Se vi recate in un punto di vendita toscano , una macelleria qualificata, di carne chianina,
noterete che il prezzo del taglio più caro, la costata con filetto , è di circa 27 – 30 € al massimo.Parlo di carne fresca ed artigianale.
E parlo di bovini allevati all’aperto da contadini alla vecchia maniera, non di bovini pompati con mangimi in stalle industriali!

E quindi carne venduta fresca e NON SURGELATA e commercializzata attraverso la grande distribuzione!

°
Ma… noterete,
confrontando il ‘pacchetto chianina di Mc’ ( per curiosità l’ho assaggiato )
con una costata/fiorentina chianina vecchia maniera,
un sapore completamente differente!
Bella scoperta ? NO! La bella scoperta o meglio il bellissimo Scoop è quello di Mc, commercialmente geniale in tutto questo!
Ti vende un prodotto completamente differente nell’aspetto e sapore, cioè da un punto di vista organolettico , dall’originale e nessuno ha niente da ridire, almeno dal punto di vista del sistema Media . Incredibile ma vero!

Ed allora perché ‘la gente’ si mangia simili prodotti ?

Per il fatto che l’appiattimento del senso critico è ormai totale.
Vedi in proposito quanto già scritto sul lavoro di Andy Warhol quando tratto del regista Woody Allen direttamente attraverso il seguente link ;
( che rimanda al post del 2/dicembre/2014 all’interno della pagina .’ quattro chiacchiere sul cinema d’Essai…’ )

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-1138

°
Penosa la scena a cui ho assistito ad un punto Mc in cui un cliente ha ordinato un ‘pacchetto hamburger’ e poi ha corretto l’ordinazione specificando ad alta voce ( così tutti potevano sentire che razza di intenditore è ! )

” hamburger chianina ! “

[ Se guardate l’hamburger chianina nella fotografia qui sopra, noterete che è bello gonfio e dall’aspetto ‘fresco verde mela’ . Se lo ordinate vi troverete sotto il naso un hamburger reale dall’aspetto ‘moscio’ ‘sgonfio’.
Se analizziamo, parallelamente , le due fotografie all’inizio di questo post/articolo si noterà;
un bel fondo schiena (due ‘asses’) ‘verde/i mela’ nella fotografia n°1 e, di contro , un fondo schiena (‘ass’) ‘moscio’ nella fotografia n°2.
Il parallelismo tra i due hamburger ( virtuale e reale ) , e le due fotografie ,n°1 e n°2, è dunque evidente.
L’unica differenza tra le due fotografie ,da un lato, e i due hamburger ( virtuale e reale ), dall’altro sta solo nella ‘linea di sezione’ ; verticale nelle prime , orizzontale nei secondi ! ]

Nota finale;

quanto qui rilevato può certo essere criticato come un qualsiasi processo dialettico che in se non può non contenere le proprie contraddizioni.
Ma molti aspetti psicologici sopra visti,di certo trovano riscontro oggettivo nel quotidiano.
E poiché a queste catene commerciali dell’alimentazione corrisponde un mondo che le riflettono appieno – sono le une il pendant dell’altro – ecco che le critiche come quelle qui fatte non piacciano affatto.
Non piacciono perché toccano in profondità i punti critici e quindi deboli di un universo fatto anche di debolezze nel quotidiano.
Ciò non toglie che la faccenda stia realmente così e che non possa essere rilevata e criticata nella lontana speranza che un poco almeno ci si possa riflettere sopra e migliorarsi un poco !

Un confronto;

per evitare di ‘pagare il Franchising’, ecco un bell’esempio di imitazione dello stile ‘Mc’;
un’imitazione iperbolica,
basta difatti notare il nome dato da questa Ditta fantasma al loro super panino : ‘il quintale/Quintal’

Il 'quintale Quintal'; ovvero un panino ad imitazione iperbolica dello stile 'Mc'. Presso festa paesana della birra, luglio 2016 tra Garfagnana e lucchesia.

Il ‘quintale Quintal’;
ovvero un panino ad imitazione iperbolica dello stile ‘Mc’.
Presso festa paesana della birra, luglio 2016 tra Garfagnana e lucchesia.

Nota d’aggiornamento;

data la marea di accuse di ‘non salubrità’ del cibo ‘fast food’,in cui il nostro caro Mc rientra, ecco che probabilmente la dirigenza di Mc ha visto bene di pubblicizzare l’utilizzo di carne italiana e, sul retro pubblicitario di questa ‘carne made in Italy’ hanno pure inserito una tabella dei valori nutrizionali dei cibi da loro serviti.
Vedi le due immagini qui sotto;

Carne italiana
e per giunta piacentina,
ovvero della Provincia
di Piacenza,
dunque della Regione
Emilia Romagna
patria del
prosciutto di Parma…!

Sul retro della
pubblicità Mc, dell’utilizzo di carne italiana / romagnola,
ecco che ti trovi una
tabella dei valori
nutrizionali
dei loro prodotti.

[ Si può mostrare sensibilità verso un certo tipo di alimento italiano, nel caso la carne italiana, che è immune dall’utilizzo di steroidi anabolizzanti
a differenza di tanta carne europea come ad esempio quella francese, inglese, tedesca, danese etc… Paesi in cui gli allevatori hanno il permesso di dopare i loro bovini con i suddetti farmaci anabolizzanti etc…

così come si può mostrare sensibilità verso le calorie che si mettono in corpo gli avventori di locali ‘fast food’,
solo che tutto questo arriva dopo anni di ‘incuria alimentare’ in cui si pubblicizzava la golosità di questo cibo
(cibo fast food il cui tacito slogan sembrava essere:‘più è unto e bisunto più è goloso’),

trascurando totalmente la salubrità dello stesso.

E’ dunque il caso di dire che ‘Mc ha chiuso la stalla quando i buoi sono ormai scappati!’ /McDonald’s closed the stable door after the horse has bolted

].

Saluti, topo.gigio .

Reshoring ( back-reshoring )…

Reshoring ( back-reshoring )…

alias;

ricco cinese consumista ‘SI’ ma… scemo ‘NO’ !

Bye,Bye, Baby

Bye,Bye, Baby!

E’ presto detta ;
dopo la delocalizzazione

– cioè una sorta di emigrazione industriale , manifatturiera di molte aziende dei così detti Paesi industrializzati ( occidentali ), in Paesi in via di sviluppo –

ecco che da qualche tempo si sta verificando il fenomeno contrario anche se si affaccia nel mondo economico con una percentuale ancora bassa e solo in determinati settori dell’industria e manifattura.
Si sta verificando un rientro dalla delocalizzazione ;

una de-delocalizzazione,

che il mondo inglese ha definito col neologismo di :’

:’Reshoring ( back-reshoring )

Il recente fenomeno è sotto osservazione nel mondo economico ed economico accademico.
Le cause di tale fenomeno sono state fondamentalmente individuate nei seguenti elementi;

° un recupero della qualità del manufatto/prodotto

° un problema logistico legato alle distanze con tutto ciò che comporta
– d’ostativo – nello spostare il manufatto/prodotto.

° una perdita di credibilità nel merchandising del manufatto/prodotto.

Si buon ben capire, con la Nostra mentalità da occidentali viziati,
che ci fa storcere il nasino pensare di comprare – ad esempio – una automobile di noto marchio prestigioso ( come una Mercedes una Rolls-Royce etc… ) sapendo/sospettando che è stata prodotta in Cina e quindi in fondo è una ‘cineseria’ come tanta paccottiglia a cui ci hanno abituati.
Immaginatevi di arrivare a casa con la nuova fiammeggiante automobile e vedere il vicino di casa che fa il sorrisetto di commiserazione e magari girando le spalle vi apostrofa come ingenui, turlupinati da un’economia dedita ormai all’intrallazzo .

Ebbene a quanto pare questo fenomeno
questo modo di pensare,
avviene anche nel lontano oriente, Cina in testa, in cui molti ricchi cinesi, che amano ad esempio vestire marchi (firme) d’abbigliamento prestigiosi ( Armani, Gucci…) ,i manufatti, non apprezzano il fatto che debbono produrre a basso costo capi d’abbigliamento prestigiosi griffati ‘made in Italy’, ma in realtà prodotti altrove, ad esempio in Romania ma anche, spesso, nella stessa Cina, quindi reimportati in Italia per essere assemblati e etichettati ‘made in Italy’ e quindi esportati ad altro/alto prezzo in Cina !
In altri termini

i cinesi si sono accorti della distonia economica in cui sono incappati;
da un lato nel produrre a basso costo i griffati ‘made in Italy’ ( ma anche francesi etc…) a pochi soldi …
e poi di ricomprarsi a prezzo decuplicato quanto da loro prodotto (anche se in forma grezza) !

E’ questa, credo , la causa profonda che sta alla base del Reshoring ( back-reshoring ), almeno per ciò che riguarda alcuni prodotti come l’abbigliamento di alta qualità.
E non possiamo certo dargli torto.
Dispiace magari pensare che con questo fenomeno molti occidentali che si erano piazzati in Cina o dintorni, per la delocalizzazione industriale sopra accennata,
‘piazzati’ in tutti i sensi, vedi fotografia qui sopra –
debbono sentirsi dire ( o dire ):”

” Bye, Bye, Baby “.

Un vero peccato!

il fantastico Mondo di Federico FELLINI .

Un mondo ideale nell'immaginario felliniano e non solo

Un mondo ideale nell’immaginario felliniano e non solo

Nella solita pagina :’ quattro chiacchiere sul cinema d’Essai…’

o direttamente attraverso il seguente link;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-1140

federico fellini2

Nota;

nel post di cui al link qui sopra, sono riportati una serie di articoli e lettere di/al giornale del 1960 :’

:’ L’osservatore romano ‘

in cui in uno di questi ( articoli ) del 24/febbraio 1960 (è il quarto documento pubblicato), sono riportate le parole testuali del Papa di allora Giovanni XXIII, il ‘Papa buono’ ; quello del famoso ‘discorso alla luna’ .

Ecco riportate alcune Sue parole espresse nell’articolo or detto:”

:” Senza volere accentuare i motivi di disagio o di preoccupazione, che di tratto in tratto si acuiscono e ci amareggiano, accenniamo appena alle espressioni deleterie di certa stampa, di certo cinema senza scrupoli, e della mondanità sfacciata e meschina che rivela spesso mancanza di intelligenza e di buon senso. Pensiamo ai protesti che molti invocano; non potersi coartare ‘la libertà ne il diritto di informazione ; ne le presunte capacità educative di certo esibizionismo seducente agli occhi, al sentimento, al cuore.
La confusione che regna su questo punto,in alcuni settori, richiede l’impegno di tutte le anime cristiane di buon senso ad essere inesorabili e decise in un esercizio difficile e paziente di vera carità, e a non omettere occasione per edificare,richiamare,correggere,elevare.

Scherzare col fuoco è sempre dannoso: e chi ama il pericolo perirà in esso

Papa Giovanni XXIII, ne ‘ L’Osservatore romano ‘ 24/febbraio/1960 .

The World of Woody Allen

The World of Woody Allen;

tra
* zuppe Campbell ( CAMPBELL’S TOMATO SOUP )
e
* mal celate pulsioni sessuali
represse ma poi sfogate – per immaturità (?) – all’interno del proprio piccolo universo familiare.

Warhol_Lattina di zuppa Campbell

l'universo seriale - sessuale di andy  warhol logo per un represso come woody allen

l’universo seriale – sessuale di andy warhol logo per un represso come woody allen

Vedi nella solita pagina :’ quattro chiacchiere sul cinema d’essai…’

o direttamente attraverso il seguente link;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-1138

Tag Cloud