Solo Al Secondo Grado

Papa Francesco ( I°) :” …Dobbiamo essere come conigli… NO! “

19/gennaio/2015 Papa Francesco ( I°) ai giornalisti in aereo al ritorno dalle Filippine :" :" alcuni credono che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli, NO paternità responsabile "

19/gennaio/2015 Papa Francesco ( I°) ai giornalisti in aereo al ritorno dalle Filippine :”
:” alcuni credono che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli, NO paternità responsabile “

without Words!

without Words!

Figli in provetta. Figli dalla provetta!

Figli in provetta.
Figli dalla provetta!

L’irriverenza è ben diversa dall’ironia ed in certi casi Papa Francesco inevitabilmente vi incappa, anche non volendo, parlando di certi argomenti dal sapore peccaminoso.

Lunedì 19/gennaio/2015 Papa Francesco al ritorno da un viaggio pastorale nelle Filippine, Paese notoriamente assai popoloso , sull’aereo,rivolgendosi ai giornalisti, ha detto

” alcuni credono che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli, NO! Paternità responsabile “

Ha premesso le proprie scuse prima di affermare questa frase
che in lingua italiana è piuttosto ‘forte’ se non offensiva che trae le proprie origini non solo dal mondo contadino di una volta ma sopratutto dalla classe operaia che avendo come unica ricchezza e speranza nei figli – cioè nella prole – divenne la classe proletaria , cioè ,etimologicamente, ‘ricca in ( e solo ) figli’ .

L’ironia,
di cui fatto cenno e premessa qui sopra,sta in una famosa battuta, ma sarebbe meglio dire ‘battutaccia’ visto che la fece un toscano qualche anno fa, il comico Pieraccioni.
Ecco quella vecchia battuta :”

:” i figli oggi si possono fare anche in provetta; ci si sta scomodi , ma ( mimando l’atto sessuale ) ci si possono fare! “

La realtà può essere certo sdrammatizzata da una battuta su quella frase, ma sembra aver raggiunto il proprio apice di criticità se una figura come il Papa,
– massima autorità religiosa cattolica e punto di riferimento di molte altre Religioni e Paesi, laici o meno – ,
la pronuncia.
La Santa Sede, roccaforte della frase del Pentateuco :” andate e moltiplicatevi” , sembra mostrare qualche crepa in merito a questo concetto fino a poco tempo fa impensabile da mettere in discussione con una frase del Papa come quella qui citata .

Si noti ;

° è una frase diretta conseguenza dell’effetto che il viaggio nelle Filippine ha fatto sul Papa a causa della popolosità di questa stessa terra.

° Il Papa non l’ha pronunciata direttamente ai fedeli filippini accorsi con la loro numerosa prole ad ascoltarlo ed ossequiarlo, ma ai giornalisti – visti come mezzo/tramite comunicativo – .

° Papa Francesco parla di :”paternità responsabile” , relegando/attribuendo dunque al solo mondo maschile la scelta ultima se generare una nuova vita o meno. Forse ritenendo che questo è un fatto comune in Paesi popolosi e culturalmente arretrati come le Filippine.

° Sembra, tale frase, la presa di coscienza dell’impossibilità di garantire a molti anche quel poco per una vita non certo consumistica ma dignitosa. Traguardo tanto agognato dalla Madre Chiesa.
E qui ci ricorda Thomas R. Malthus , un economista del XIX – XVIII° secolo, – sacerdote – che avendo confrontato la curva della crescita demografica con quella della produzione , su piani cartesiani, vide con sconcerto che la prima avrebbe ben presto superato la seconda a causa della crescita demografica superiore a quella delle produzione di risorse.
Così ne trasse la logica conseguenza che non potendoci ben presto essere più risorse sufficienti per tutti , si sarebbe dovuto controllare le nascite, cioè l’incremento demografico .
( Il suo errore fu nel fatto che le previsioni/calcoli da lui fatte/i erano corrette/i ma solo al tempo in cui le/li fece, nel senso che non tenne conto dell’evoluzione della tecnica che permise alla curva della produzione di accelerare la propria crescita ) .

Ma nel caso di Papa Francesco, tale Sua affermazione sembra essere più profonda, nel senso che sembra andare ben al di là di calcoli puramente economici statistici.
Ed anche se affermata da un Gesuita , Ordine non propriamente francescano nel rapportarsi al prossimo , ( senza nulla togliere alla sensibilità d’animo di Coloro che ne fanno parte ) , ci appare una affermazione che indica forse che qualcosa di nuovo, un nuovo metodo di valutazione etico e teologico, si sta facendo strada nella Chiesa.

…Miserevoli e non misericordievoli…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: