Solo Al Secondo Grado

L’eccidio di Sant’Anna di Stazzema (Lucca) …

La semplice realtà dei fatti pare essere coma la 'fiaccola sotto il moggio' .

La semplice realtà dei fatti pare essere coma la ‘fiaccola sotto il moggio’ .

alias:

:‘così è ,se vi pare’ , di Luigi Pirandello ;

tra
ricostruzioni fantastiche dell’afro-americano Spike Lee,

e
le persistenti menzogne storiche

[ vedi post del 20/settembre/2015 ,nella Pagina ‘top secret’ direttamente attraverso il seguente link;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/top-secret/#comment-1280
]

Fermo restando quanto già detto nel post/articolo, attraverso il seguente link,

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2013/10/12/la-morte-della-ss-erich-priebke/

nell’agosto del 1944,
truppe tedesche della SS,compirono una strage di civili italiani ; donne ,uomini, bambini e vecchi nella località montana di Sant’Anna di Stazzema sopra Capezzano Pianore, nella Versilia storica,in provincia di Lucca – Toscana – .
Non fu una rappresaglia come nel caso di Roma, ‘ l’eccidio delle ‘Fosse Ardeatine ’, di cui sopra link di rinvio .
Se si dà un’occhiata a quanto riportato da testi storici o echi di questi come Wikipedia ( sorta di ‘Bignami’/testo per studenti somari , mediatico )
( vedi al seguente link;
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccidio_di_Sant%27Anna_di_Stazzema
)
si noterà
– come del resto leggendo quanto riportato nelle locandine commemorative presso la località Sant’Anna di Stazzema ,vedi nelle stesse riportate tramite fotografia qui sotto –
che di punto in bianco
un’orda di barbari tedeschi impazziti decisero, non avendo niente di meglio da fare,
di sterminare un pò di civili ,tanto per passare il tempo, tenendosi in forma con le armi da fuoco loro in dotazione .

Il regista afro-americano Spike Lee,
col suo film :‘Miracle at St. Anna’/’miracolo a sant’Anna’, tenterà una timida narrazione dei fatti -realmente accaduti – ma non oltre ,senza raccontarli fino in fondo nel loro reale accadimento .
Film peraltro mediocrissimo anche nella sua pura struttura narrativa/recitativa .
Non poteva far di più, non solo per il fatto che non è certo un lucchese, ma per il fatto che non glielo avrebbero permesso di fare a casa sua – USA – .

Premesso,
come sopra fatto cenno, che non fu una rappresaglia
– come per ‘ l’eccidio delle ‘Fosse Ardeatine ’ ,seguito alla strage partigiana di Via Rasella di Roma in cui persero la vita anche degli inermi italiani di passaggio , e ciò fu allora possibile anche ‘grazie’ a Giorgio Amendola
– che diverrà giornalista e deputato del Partito Comunista italiano – (poi membro della Costituente!) –
E premesso
che la barbarie (tedesca, nel caso, ma vale per tutti) rimane tale perché compiuta contro dei civili inermi ( un soldato è tale e solo, se indossa con onore la propria divisa ed affronta il nemico in battaglia )

 

bisogna pur dire come si svolsero realmente e sopratutto compiutamente i fatti di Sant’Anna nel 1944,nella loro interezza .

Per far questo è possibile farlo ,
anche forse marginalmente, leggendo qualche storico del tutto attento ai fatti/eventi come vero luogo di fonte storica,
vedi ad esmpio quanto al seguente link,

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2012/01/11/quelli-che-dissero-no/

ma anche ,
– certo non senza un poco di stupore , poiché ogni eco in merito è stato tenuto ben celato dai mezzi di informazione ,mass media, – ,
sentendo le testimonianze ,anche tramandate alle nuove generazioni, della gente del posto ;
di Sant’Anna di Stazzema, ( a settembre 2015 , solo 20 (venti) residenti) ,
ma anche i residenti del paese li vicino ( a 5 Km di sentiero pedonale ) , Farnocchia ( frazione di Stazzema – Comune )
o molti residenti anche di Pietrasanta e dintorni, purché di origine dei luoghi e non nuovi residenti .

Tutti dicono – vi daranno – la stessa versione dei fatti che così di seguito sintetizzo:’

:Le truppe tedesche,
nel tentativo di arginare il fenomeno della guerriglia partigiana , nell’agosto del 1944, presso Sant’Anna e dintorni avevano avvertito ,con manifesti e vocalmente di sgomberare la zona/il paese al fine di poter rastrellare i luoghi dalla presenza partigiana .
Coloro che non avessero seguito l’ordine del coprifuoco sarebbero stati passati per le armi.

Di contro,
le forze partigiane, saputo del coprifuoco tedesco,
invitarono i residenti civili dei paesi – tra cui Sant’Anna di Stazzema – a non rispettare il coprifuoco imposto dai militari tedeschi .Stracciarono pure i volantini informativi posti dai tedeschi .
I partigiani stessi si fecero garanti dell’incolumità dei civili non aderenti al coprifuoco.
Quando le truppe tedesche arrivarono a Sant’Anna, – 12 agosto 1944 – ,
non trovarono i partigiani a difendere i civili, trovarono solo i civili che furono passati per le armi, ad onta certo dei militari tedeschi stessi.
I partigiani – a onta di se stessi – stettero ad osservare l’eccidio dalle montagne li vicino senza intervenire, anzi, secondo alcune testimonianze,alcuni di loro si travestirono da soldati tedeschi , scesero a Sant’Anna di Stazzema e derubarono i cadaveri dei civili dei piccoli monili d’oro da alcuni di essi portati . ‘

Inutile sottolineare il rancore profondo e mai veramente palesato delle genti del luogo verso il mondo partigiano.
Rancore che si protrae fino ai giorni nostri .
E, sopratutto la doppia ingiustizia da Loro subita;
prima quella del tragico eccidio,
dopo quella della propaganda politica che travisò completamente l’accaduto/l’eccidio .

Ecco l’esempio di propaganda politica
in cui la realtà pseudo-storica descritta è lontana dalle ricostruzioni storiche dei fatti .
E ciò da politicanti allucinati ed allucinanti come Piero Calamandrei,
che firma una targa commemorativa/ammonitrice presso Sant’Anna di Stazzema ( vedi qui sotto,anche in fotografia )

(On December 4, 1952, Calamandrei also penned the antifascist poem, Lapide ad ignominia (“A monument to ignominy”). The German general Albert Kesselring who was responsible for various war crimes during the Nazi occupation of Italy had been sentenced to death, a sentence that was later commuted.)

Targa commemorativa - ammonitrice di Piero Calamandrei presso Sant'Anna di Stazzema (Lucca ). Il vero allucinato ed ipocrita è chi la redatta e sottoscritta .

Targa commemorativa – ammonitrice di Piero Calamandrei presso Sant’Anna di Stazzema (Lucca ).
Il vero allucinato ed ipocrita è chi l’ha redatta e sottoscritta .

_______________

Le fotografie del luogo ; Sant’Anna di Stazzema.

I monti attorno a Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

I monti attorno a Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

Il piazzale di Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Il piazzale di Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

__________________________________________________________________

Lapide commemorativa alla più piccina tra le 560 vittime ; civili inermi.

Lapide commemorativa alla più piccina tra le 560 vittime ; civili inermi.

Pianta di Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Pianta di Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

__________________________________________________________________

Targa descrittiva dell'eccidio dell'agosto 1944, presso Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Targa descrittiva dell’eccidio dell’agosto 1944, presso Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

_________________________________________________________________

Particolare 1 della targa di cui sopra

Particolare 1 della targa di cui sopra

Particolare 2 di cui sopra

Particolare 2 di cui sopra

_________________________________________________________________

Ancora una targa descrittiva dell'eccidio dell'agosto 1944, presso Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Ancora una targa descrittiva dell’eccidio dell’agosto 1944, presso Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

__________________________________________________________________

Scultura in onore dei caduti di Sant'Anna di Stazzema del 1944

Scultura in onore dei caduti di Sant’Anna di Stazzema del 1944

dati sulla scultura in onore dei caduti di Sant'Anna di Stazzema del 1944

dati sulla scultura in onore dei caduti di Sant’Anna di Stazzema del 1944

__________________________________________________________________

Targa commemorativa in onore dei Sacerdoti caduti nella guerra, presso la chiesetta di Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Targa commemorativa in onore dei Sacerdoti caduti nella guerra, presso la chiesetta di Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

_________________________________________________________________

Targa commemorativa di alcuni civili caduti a Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Targa commemorativa di alcuni civili caduti a Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

__________________________________________________________________

Indicazioni museali con tanto di Guernica picassiana

Indicazioni museali con tanto di Guernica picassiana

Come sopra :' l'ultimo abbraccio', il titolo dell'Opera

Come sopra :’ l’ultimo abbraccio’, il titolo dell’Opera

_________________________________________________________________

Il monumento, posto in cima al paese di Sant'Anna di Stazzema (Lucca), ai civili caduti, 560 persone tra uomini donne e bambini . Il monumento è - architettonicamente - una sorta di nuraghe sardo .

Il monumento,
posto in cima al paese di Sant’Anna di Stazzema (Lucca),
ai civili caduti, 560 persone tra uomini donne e bambini .
Il monumento è – architettonicamente – una sorta di nuraghe sardo .

_________________________________________________________________

Particolare di cui sopra

Particolare di cui sopra

Particolare 2 di cui sopra.

Particolare 2 di cui sopra.

_________________________________________________________________

Panorama circostante il monumento ai caduti civili di Sant'Anna di Stazzema (Lucca)

Panorama circostante il monumento ai caduti civili di Sant’Anna di Stazzema (Lucca)

________________________________________________________________

Cappelletta commemorativa presso il monumento ai caduti civili di Sant'Anna di Stazzema, in cui è palese - come per quanto sopra detto e fotografato circa il pensiero di Piero Calamandrei - l'ipocrisia di chi l'ha posta .

Cappelletta commemorativa presso il monumento ai caduti civili di Sant’Anna di Stazzema,
in cui è palese – come per quanto sopra detto e fotografato circa il pensiero di Piero Calamandrei – l’ipocrisia di chi l’ha posta .

Ecco il perchè dell’allusione all’opera teatrale di Luigi Pirandello :’ così è se vi pare’ ;

una tremenda oscillazione tra realtà di fatto e pura ricostruzione soggettiva !

Nota di sabato 4 giugno 2016;

Ieri sera ,venerdì 3 giugno 2016 ,
su RAI tre è andato in onda poco dopo le ore 21:00 , il programma :’
:’ La Grande Storia ‘, programma televisivo condotto da Paolo Mieli, un giornalista, storico di formazione.
In quella puntata si è trattato il caso dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema..

Sono stati mandati in onda vecchi spezzoni di interviste risalenti a subito dopo la fine guerra , – palesi nella loro datazione essendo in bianco e nero ,oltre ad altri elementi identificativi – , di gente del posto, con interviste ridotte ai minimi termini e visibilmente tagliate e limitate nelle domande.

Perché mai un giornalista come Mieli ,che si propone come storico di far luce su come andarono realmente le cose non ha intervistato la gente del posto attualmente vivente o anche coloro che figli o nipoti di quegli sfortunati abitanti ed eredi delle memorie dei genitori o nonni , possono ancora raccontare pienamente la realtà dei fatti nella loro interezza ?

Mieli avrebbe constatato quanto sopra qui riportato – ne più ne meno – ma… non solo non gli conveniva palesare i fatti nella loro genuina struttura, ma di sicuro non gli avrebbero permesso di trasmetterli nel suo programma.

Non resta che citare ancora, come già fatto in questo blog due vecchi ‘aforismi’ d’altri tempi espressione di scomparsa – o rara – onestà intellettuale :’

:‘la storia non è ancora una scienza, si può tentare di farla apparire tale con omissioni e falsificazioni’

Bertrand Russell.

: ‘la storia è il prodotto più pericoloso della chimica della nostra mente’

Paul Valery.

A proposito;

Oh my God, the historian Paolo Mieli approaching!
alias; the UFO is coming!

      Oh my God,  the historian Paolo  Mieli                ,            approaching! www.lagrandestoria.rai.it/ alias;  the UFO is coming !

Oh my God,
the historian Paolo Mieli , approaching!
http://www.lagrandestoria.rai.it/
alias;
the UFO is coming !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: