Solo Al Secondo Grado

I dossiers ; W. TOBAGI e G. ROSSA

 

 

 

 

 

 

 

.                              ………………………I CATTIVI MAESTRI,

alias,                       …………………..gli ANTI – CASSANDRA.

NOTA.
Il 14 gennaio 2010 a Pisa – presso la bibilioteca comunale – si tenne un semplice convegno in cui è stato presentato il libro: ‘ Come mi batte forte il Tuo cuore ‘ ,di Benedetta TOBAGI, figlia del giornalista Walter morto nel 1980 per mano di una falange delle Brigate rosse .

E’ stata l’occasione lì, come qui ora, di fare il punto su un triste passato – che fu denominato a suo tempo col triste appellativo di;’ ANNI DI PIOMBO ‘- ,passato che non è solo tale.

A quasi  un anno e mezzo da quella semplice riunione posto quanto segue .
Tobagi lavorò a Milano come giornalista particolarmente dedito alla Sua professione,lavorando prima all’Avanti,giornale di area socialista , poi all’ Avvenire, giornale di area cattolica per poi passare al più diffuso giornale italiano; Il Corriere della sera .
Non era figlio d’arte,ne era figlio di ‘partito’.Era semplicemente un giornalista e prima ancora un Uomo intellettualmente onesto che non si prestava – ne per denaro ne per ‘poltrona’ – a giochi di Potere/Partito ,[ho spesso detto che l’onestà intellettuale è una qualità rara, ed in Lui vi era].

Lui capì subito una realtà:
: gli allora ‘MAESTRI’ (che poi saranno dagli eventi successivi inesorabilmenmte bollati come cattivi maestri ) della lotta armata, pur ispirandola anche solo ideologicamente,
ERANO cattivi maestri.
Il dialogo era per Lui la strada per poter affrontare la difficile realtà del tempo senza indulgenza alcuna verso Coloro che, inneggiando alla lotta armata, hanno poi finito per favorire la nascita di GRUPPI TERRORISTICI .E che quindi moralmente e culturalmente ne furono responsabili.In altri casi anche penalmente come SOFRI e Compagni e ancora Toni NEGRI (fra i tanti citabili).
Se si vede poi il post/commento nella pagina denominata : ‘  Sofri , Battisti &  C. …’ che parla di  Dario FO ho lì fatto notare come nel Suo scritto teatrale poi anche romanzo :’ Morte accidentale di un anarchico ‘(Ed. teatr.1970) , D. Fo fa porre al Suo personaggio , ‘Il matto’ (che per Fo è savio) nella Questura di Milano (dove morì l’anarchico Pinelli) sul tavolo – guarda caso di un Commissario​ – un pacco contenete una bomba ed un magnetofono .
Come dire : bisogna far saltare tutto e poi rivendicarne l’attentato .
Due anni dopo ,nel 1972 il Commissario L. Calabresi – Commissario nella Questura milanese – morirà assassinato per mano di Sofri e Compagni.

QUANTO SOPRA E’ UNA PREMESSA INDISPENSABILE A QUANTO SEGUE.

TOBAGI come tante altre Persone Oneste sono state le vittime di questa grande/desolante tragedia.
Ma il vero dramma – e quindi la sua attualità – sta nel fatto che è a tutt’oggi una tragedia senza soluzione .
Questo perchè anche oggi,
– soggetti come Sofri ed altri…, che sono i cattivi maestri – di quel triste passato mal interpretato da Loro politicamente,
(Essi) si ergono a GIUDICI del presente, se non ‘grandi inquisitori’ della realtà attuale .

ORA SI PUO’ BEN CAPIRE dell’appellativo de: ‘ ANTI – CASSANDRA ‘ per costoro;

CASSANDRA nell’ Opera di OMERO era colei che pronosticava eventi futuri con ESATTEZZA, MA NESSUNO gli credeva .

I CATTIVI MAESTRI , sono coloro che,
pronosticando un finalistico futuro di affrancazione dell’Uomo dal triste passato come non mai nella storia, attraverso il modello comunista,
puntualmente SBAGLIANO nei Loro progetti politici, MA SONO CREDUTI ANCORA (DA ALCUNI).
L’attualità tremenda, qui sopra messa in evidenza, è dunque un dramma non solo del passato, ma del Nostro presente .
Noi viviamo un presente in cui I CATTIVI MAESTRI con i Loro Accoliti, trascinano una realtà luttuosa e irrealizzabile nel presente senza vero rinnovamento alcuno e senza una vera ‘revisione storica e culturale’ che pemetta a tutti Noi(Loro compresi) di cambiar pagina.

PERCHE’ SOLO COSI’  POSSIAMO ANDARE AVANTI SENZA GUARDARCI ALLE SPALLE COME CHI HA PAURA DELLA PROPRIA OMBRA .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[ Le immagini di cui sopra non abbisognano di nessun commento, ma solo di un rispettoso silenzio e memoria indelebile ]

( continua col  ‘caso’  Guido ROSSA )  .

Commenti su: "I dossiers ; W. TOBAGI e G. ROSSA" (1)

  1. ………………DOSSIER Guido ROSSA .

    Vecchi e nuovi fatti sono spesso separati solo dal tempo ma non nella loro struttura di fondo. Se poi si riesce ad ‘imparare’ qualcosa dagli errori del passato questo è fortemente discutibile .

    Ricordo qui di seguito un fatto di cronaca che all’epoca fece scalpore provocando in tutta Italia una profonda riflessione in tutti i Suoi appartenenti.
    Si tratta della morte violenta per mano delle famigerate Brigate rosse dell’Operaio e Sindacalista GUIDO ROSSA . ( gennaio 1979 )

    .
    Egli sorprese un Suo collega di lavoro a piazzare volantini delle BR e lo denunciò, denunciando così l’aberrazione per la lotta armata e manifestando il Suo profondo dissenso per l’uso della violenza.
    Lui, che aveva i calli alle mani e la vita se l’era sudata giorno per giorno era divenuto un ‘ NEMICO del POPOLO ‘ ;come venivano bollati a quel’epoca coloro che non si allineavano a certe idee dai ‘tribuni della Plebe’ propugnate .
    La commozione fu grandissima .L’allora Presidente Pertini
    – un socialista di vecchia tradizione – partecipò commosso ai funerali con una folla immensa .
    E parlando – quasi in disparte – a molti Operai della fabbrica genovese ebbe a riferire con grande turbamento e impeto non certo parole retoriche ma semplicemente la realtà dei fatti.Da un lato l’umiliazione di cercare/elemosinare il lavoro a cui spesso si accompagnano tante porte chiuse e dall’altro il senso di disperazione e di rabbia profonda che anche da questi fatti nascono in coloro che la subiscono .
    Ma ribadì la ferma condanna di ogni soluzione violenta.

    Se Noi tutti oggi sentiamo una sorta di senso di vuoto, di alienazione,di smarrimento è perchè a certe illusorie soluzioni non è rimasta una vera alternativa.
    L’economia del Libero Mercato col suo presunto progresso all’infinito (con una crescita economica in costante crescita) ha, di pari a quelle tristi ideologie, segnato il passo.
    Tutto è cambiato e non si avrà più la possibilità di tornare sui propri passi.

    In qust’ottica si possono inquadrare molte questioni internazionali,che spesso sono fraintese dalle parti interessate.Da un lato le parti(universi) all’interno di una Collettività come la Nostra, dall’altra i Paesi che vedono il miraggio di una vita di stampo Occidentale che per ragioni di rapporto numero di individui/risorse della Terra restera’ un miraggio .

    Come ho già detto, dall’ 11/ SETTEMBRE in poi tutto è cambiato.Tutto il Mondo è cambiato e pensare che tutto ‘rientri’ e si torni ai ‘vecchi santi’ è pura illusione .

    .

    Oggi possiamo solo intuire/ipotizzare che dovrà esservi necessariamente una sorta di ‘livellamento’ internazionale .
    Per quanto ci riguarda ( in casa Nostra) si noti che vi è ancora

    DA UNA PARTE,

    una tendenza ad un pragmatismo di tipo economico ;calcolo senza idee lungimiranti,

    DALL’ALTRA,

    un modo di ragionare superato perchè tiene conto di parametri di valutazione ormai non più idonei a far fronte ai nuovi problemi .Ma che sempre nascondono in se il ‘seme della violenza’ ;si noti in merito i casi di neo – formazioni terroristiche auto definitesi come le ‘nuove brigate rosse’ .

    E’ da questa ‘mancanza’ ora sottolineata che deriva il senso di vuoto sopra indicato .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: