Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘Dietlinde Gruber’

Giovanni Floris

Giovanni Floris,

il giornalista.

'danton'

Ieri sera ,3 aprile 2013, nel noto programma televisivo ‘Otto e mezzo’ sulla rete televisiva ‘La7’ Giovanni Floris ha presentato con la collega conduttrice del programma, Lilli Gruber, il suo ultimo libro ;

libro floris

Le tesi ivi riportate sono state ben espresse sia dall’Autore sia da un reportage televisivo all’interno del programma stesso .

Lapalissiane senza ombra di dubbio ; chi ha voglia di buttare tempo e denaro – il prezzo d’acquisto – non deve far altro che comprarsi il libro e leggerselo .

Ciò che appare più interessante sono invece le affermazioni che questo giornalista sardo trapiantato a Roma ,ha fatto nel corso del programma .
Tesi che lasciano stupiti se si pensa alla solida formazione culturale dello stesso in tema di politica e sociologia .

canotto,gommone.
Afferma ,parlando del movimento politico di Grillo, che esautorare le forze intermedie tra coloro che detengono il potere e coloro – i cittadini – che ne sono assoggettati è fatto pericoloso per la Democrazia per cui si finisce per passare

dalla ‘casta’ alla ‘setta ‘

Basta rispolverare vecchi scrittori – mai tramontati – come il filosofo svizzero naturalizzato francese,

Jean-Jacques Rousseau

per capire la superficialità di certe affermazioni.
Difatti,ricordo in merito, che Rousseau non si peritava di affermare che il cittadino è libero il giorno delle elezioni poi è servo per tutti i giorni restanti della legislatura ( Le Contrat social ) .

La Sua tesi – quella di spessore di Rousseau – era che unica soluzione vera democratica ,stava nella Democrazia diretta .

Cioè quella che escludeva ogni elemento intermedio tra chi amministra e chi viene amministrato . Anzi con tale metodo le due Figure si fondono.
Ne abbiamo vago esempio nel nostro sistema democratico rappresentativo col sistema del referendum che però è solo abrogativo e non costitutivo .

il filosofo svizzero francese ro

Un vero intellettuale d’altri tempi .

Inutile dilungarsi su altre affermazioni stravaganti giuggiolone fatte in quel programma . Quanto sopra riportato basta ed avanza per trarne le conclusioni in merito a simili figure autoreferenziatesi .

Nota;
non è esatto pensare che certi salami ricoprono certi ruoli istituzionali o incarichi televisivi solo per ‘conoscenze ed appoggi’,
,la verità è da ricercare nel desiderio di Alcuni – per nulla salami – di far ricoprire certi incarichi a coloro che danno – ovvero incidere profondamente nelle vere questioni di fragilità economica e ingiustizia sociale – non possono fare a Quelli che veramente dirigono il potere e che rappresentano non forze oscure del Sistema ma semplicemente i ceti più abbienti che non demordono nel mantenere i loro privilegi pur a costo di veder naufragare il Paese intero .

Annunci

Oliviero DILIBERTO | OTTO e MEZZO La7

Oliviero DILIBERTO | OTTO e MEZZO La7 | La svolta ?

Nota/premessa .

Pochi giorni fa il, 16/ottobre 2011 , O. DILIBERTO – un esponente assai noto della ‘sinistra italiana’ attualmente della formazione politica ‘ PdCI ‘ ; il Partito dei Comunisti Italiani di cui è segretario nazionale – ha partaecipato alla trasmissione televisiva,a carattere principalmente politico, ‘otto e mezzo’ sulla rete ‘La7’ .

In discussione è stato un fatto di cronaca del 16 ottobre stesso, in occasione di una manifestazione a Roma contro l’immobilità del Governo attuale,ritenuto inerte nel prendere misure contro la disoccupazione giovanile . Protagonisti della manifestazione il movimento degli ‘indignati’– manifestazione sfociata in una bagarre da osteria -, protagonisti della ‘bagarre’il movimento dei ‘black bloc‘ .

————–

Fin qua potremmo dire ‘nulla di nuovo’ sotto il sole .

La svolta vera – ma solo di facciata ,è da temere – sta nella affermazione di O. DILIBERTO che commentando le affermazioni di alcuni dimostranti – a viso scoperto, dunque non ‘black bloc’ – che gridavano ai poliziotti :”servi del potere”

li ha definiti :‘ DELINQUENTI .

Il giornalista de,’La7′ ( Nicola Porro ) – apparso assai stupito del commento di Diliberto, gli ribatte :’

:’ ma come avete sempre affermato ‘‘ i compagni che sbagliano…’

Al che il ‘Nostro eroe’ afferma : ‘di non averlo mai detto’ e con una faccia di bronzo di prim’ordine aggiunge che :’

:’ noi siamo i continuatori della tradizione di Guido ROSSA… ( di cui vedi pagina al seguente link ,
, https://soloalsecondogrado.wordpress.com/i-dossiers-w-tobagi-e-g-rossa/ )

.
Facile capire – non serve neanche intuire – il suo trasformismo alla Fregoli per ottenere nuovo consenso elettorale dopo che si è usciti , come O. DILIBERTO & C. , sconfitti non solo dalle ultime elezioni politiche ma da una svolta epocale come è stato il

crollo del Muro di Berlino

ed elementi successivi .

In altri termini – il Nostro eroe –
cerca di rifarsi una verginità politica che non solo appare fasulla ma profondamente offensiva nei cofronti della memoria di persone di ben altra statura morale – e con i calli alle mani – quale è stata quella di Guido ROSSA .

Come dico sempre poi – da quanto sopra, fatti e/o mie opinioni – ognuno ne tragga le conclusioni che meglio crede .

Saluti, topo.gigio .

Tag Cloud