Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘la crisi in 1/2 ora’

STRAGI/e (di Firenze) ; valutazioni | domande .

Sottotitolo ;

E’ LEGITTIMA LA DIFESA DELLA NOSTRA IDENTITA’ ETNICA,CULTURALE E DI CONSEGUENZA SOCIALE?

Dopo l’articolo ;

‘Via MODENESE 553 (…) the carnage’ ,

Gian Luca CASSERI; una strage annunciata.

( vedi qui sotto o direttamente al link :

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/12/14/via-modenese-553-the-carnage/ )

seguono qui di seguito alcune valutazioni – anche sotto forma di semplice domanda – di carattere generale .
Valutazioni che completano in parte le riflessioni su questo caso di FIRENZE del 13/dicembre/2011, come su quello NORVEGESE del 22/luglio/2011 ,

ma più in generale su TUTTI i casi di stragi presunte ‘di destra’ .

Considerazioni che Chi leggerà vedrà essere NON sommarie e sbrigative come quelle invece di cui la maggior parte dei MASS MEDIA si sono resi responsabili .

Ecco la prima valutazione sotto forma di domanda .

‘ Cosa ne pensate personalmente del Razzismo e su chi è razzista?”.

Una possibile risposta è di questo genere (riassumendo):’

:’ il razzista è un ignorantone ed il Razzismo è una teoria senza alcuna base scientifica.’

Gli stranieri – extracomunitari – sono più lavoratori/laboriosi di noi…
Quest’ultima frase,come altre sentite anche nella vita di tutti i giorni sono l’espressione di una sorta di anti ( leggi; contro) Razzismo.

L’espressione del suo rovesciamento.

Ma se l’anti/contro Razzismo reagisce alla causa presunta (il Razzismo) con le stesse modalità – rovesciate – ne ha la stessa valenza. E pertanto è ben poca cosa.

Operare in un campo come questo, con chiari e potenti riflessi politici,richiede una virtù impossibile; quella dell’impassibilità.
Di contro si può affermare che quando l’impassibilità è portata al completo distacco,non è neppure più una virtù.

Noi (italiani) non abbiamo avuto un ‘Fichte‘ ne Autori,uno francese l’altro inglese – (qui citati ma senza spenderne il nome) – artefice/i di costruzioni intellettuali sul Razzismo – teorie non campate in aria ma ben motivate ma colpevolmente accantonate dagli Stati attuali per meschini fini economici / commerciali – .

Che base volete che abbia il ‘Nostro’ presunto Razzismo (italiano) ? Nessuna.
Non si può costruire sul nulla.
E non siamo diventati improvvisamente razzisti,poichè siamo lontani dai modelli culturali o pseudo – culturali che potrebbero scatenarlo.

Ci si chiede allora come inquadrare il problema, giusto?

Ad ogni modo la domanda corretta è la seguente:

:” E’ LEGITTIMA LA DIFESA DELLA NOSTRA IDENTITA’ ETNICA,CULTURALE E DI CONSEGUENZA SOCIALE?”.

Si noti che questa domanda
– la cui fondatezza non è seriamente discutibile –

non mette minimamente in RELAZIONE le caratteristiche etniche di una specie o razza umana con il comportamento della stessa.

PERCHE’ QUESTA RELAZIONE E’ LA REALE MATRICE DEL RAZZISMO!.

Con il conseguente utilizzo/strumentalizzazione politico/a possibile.

A questa domanda ,
non vi è una risposta prettamente scientifica,

ma discrezionale

.

Voglio solo ricordare che in un qualsiasi gruppo umano,dal più semplice/tribale a quello più complesso la perpetuazione della propria genia è al primo posto.
Tutto è in funzione di questa priorità.

Se gruppi di etnia diversa dalla Nostra,
all’interno del nostro Paese finiscono con l’ostacolare il nostro ‘futuro genetico’,essendo antagonisti della nostra stessa etnia,non vedo perchè non debbano essere limitati nella loro espansione e sistemazione all’interno del nostro Paese.

Se invece questo,
lo si ritiene un fatto ben visto – poichè ad es. non si vuol rinunciare ad un tenore di vita più alto mediante rinuncia ad una famiglia e quindi a dei figli – per quanto ora ad es. portato non resta che comportarsi di conseguenza;rinunciare al proprio ‘futuro genetico’.Che finisce,essendo su larga scala,per essere un fatto sociale rilevante oltre che biologico.

Se in passato vi è stato chi ha scritto – correttamente – dei miti del xix e del xx sec.

,oggi si possono chiaramente vedere i NUOVI falsi miti a cavallo tra il xx e xxi sec.

cioè tra il secondo ed il terzo millennio,
miti – quest’ultimi del tutto falsi – su cui vuotamente/inutilmente i Governi fanno discutere ‘le masse’ per distoglierle dal centrare i punti salienti della realtà in cui siamo immersi.

Solo una nota finale ;

se ” l’ANTROPOLOGIA SOCIALE
era un mezzo distorto della scienza perchè al servizio del mondo politico di allora,
la ” SOCIOBIOLOGIA
è scienza corretta,nel senso ora detto, ed utile a stabilire la relazione – tra i vari modi di spiegarne il campo di indagine – tra ‘gene’ ed ‘idea’.


Uno tra mille in un giubilo apocalittico .

Saluti,topo.gigio .

Annunci

Tag Cloud