Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘La fattoria degli animali’

RENZI . Il boy scout tutto fiorentino .

RENZI, Matteo per gli Amici ,

,uno scout allo sbaraglio.

giovane marmotta.Junior W.

Si parla tanto di rinnovamento ,ricambio politico o, con terminonolgia più spiccia e a dir poco sgraziata di ;

rottamazione

e poi Chi ci ritroviamo a cercare di cogliere l’attimo fuggente – ‘ carpe diem ‘ affermavano i nostri illustri antenati – ? Un boy scout ‘in aspettativa’ figlio di un politico di mestiere e politico di mestiere lui stesso
Non ha mai difatti realmente lavorato, tranne qualche lavoretto all’interno dell’attività part-time di famiglia.
Perchè ,sia chiaro,
Renzi ha capito benissimo la situazione di stallo politica e la voglia di rinnovamento degli italiani più di tutti gli altri politici messi insieme ed anche più di un anti politico per eccellenza, sorta di neo-qualunquista alla Guglielmo GIANNINI , che è Beppe GRILLO .

La carta vincente di Renzi , nell’ambito del Partito democratico ,

in cui per i suoi trascorsi all’interno del Partito Popolare ,erede della Democrazia Cristiana, non è molto amato, e sopratutto non convince gli eredi di Togliatti e Stalin come D’Alema e Bersani con discrezione quest’ultimo

,è quell’atteggiamento da ragazzotto di provincia intelligentino ,giovanile che bazzica con disinvoltura i social network in cui quasi si confonde con la figlia del postino o il figlio svogliato di un impiegato ,
atteggiamento che gli procura consenso e quindi VOTI,perchè sono i VOTI che fanno la differenza in Democrazia e non le idee.
Un vecchio adagio infatti recita :’

:’ i voti si contano e non si pesano ‘.

Fin qua tutto bene ma se andiamo a riflettere – ed è già tanto – su quel che afferma Renzi quando apre bocca ci vien da piangere.
Non occorre essere di parte , sia che si sia di destra , di centro o di sinistra o semplicemente apartitici, chiunque , purchè con un minimo senso della logica, capisce che ci si trova di fronte ad un

venditore di fumo di prim ordine.

Fatevi questa domanda , dopo averlo ascoltato :‘ in sostanza che ha detto? ‘ La risposta sarà deludente :‘ un bel nulla !’
E, parere personale, Renzi questo di se stesso lo sa benissimo, ma sa anche che questo vogliono i più;
i Molti perchè pensare/riflettere gli costa fatica che genera arrendevolezza,
i Pochi – per nulla stupidi – perchè capiscono che con un soggetto così si torna alla vecchia famosa frase del Tomasi di Lampedusa

:’…Perchè tutto rimanga com’è bisogna che tutto cambi…’

E cambiare tante cose significa togliere tanti privilegi ,

o rischiare – come disse George Orwell ne:’La fattoria degli animali’ (animal farm) – che ai vecchi padroni se ne sostituiscano di nuovi; i maiali .

la fattoria

Annunci

BERLUSCONI ed il suo TEMPO

BERLUSCONI ed il suo TEMPO

alias ;

tutto ciò che si sa ma nessuno osa dire .

Nell’ottica – ma non solo – degli ultimi drammatici eventi economici , di cui i più non sembrano stranamente rendersi conto o forse tentano di esorcizzarli con una sorta di apatia collettiva, seguono qui di seguito una serie di brevi considerazioni di questa singolare figura, ma non tale nell’ambito storico ,di un leader che come la fenice sembra risorgere dalle proprie ceneri .

Primo punto .

Storicamente non è certo il solo ne il primo .
( Molti periodi hanno avuto il loro ‘Cesare’ – piccolo o grande che sia – )

Un vecchio adagio recita

:’ Stati deboli attirano inevitabilmente uomini forti ‘

Dopo la deblacle economica dei primi anni novanta
è seguito una sorta di repulisti generale – non certo con uno stiletto, ma con una vera e propria mannaia giurisdizionale – della classe dirigente di allora .
CRAXI in testa e colleghi sono stati resettati da giudici che se ,solo pochi anni prima , avessero solo osato chiamare in giudizio un politico della leadership sarebbe stato mandato ad amministrare la giustizia in una qualche isoletta siciliana o sarda .

Tutta questa operazione ebbe il nome notorio di

‘tangentopoli ‘

Nella storia si ritrova tutto questo ad es. nella Rivoluzione francese – dove la mannaia era non solo giuridica – e prima ancora nella remota antica Roma con il processo a Catilina etc…

Berlusconi si ritrovò senza un ‘tutor’ politico
– cioè CRAXI – che permetteva a lui ed altri di poter fare affari economici in cambio di ‘sovvenzioni private ad enti pubblici’ ( leggi :‘tangenti’ )cioè ai vari Partiti politici .
Sovvenzioni che servivano a mandare avanti quella sorta di grande carrozzone dei privilegi ma anche para-assistenzialistico che costituiva il sottobosco della politica italiana .
Berlusconi era uno tra i tanti ( industriali) che si piegavano gioco forza a quella sorta di patto non scritto .
Anche l’universo F.I.A.T. era sottoposto a tutto questo,
ma nessun componente della famiglia Agnelli ricevette avvisi di garanzia
.
Solo Romiti – l’allora amministratore delegato della F.I.A.T. – ebbe quache noia, ma poi fu ben ripagato da titolo/incarico senatoriale .

Si noti dunque la differenza
di trattamento tra vecchi consolidati ‘ricchi’ – gli Agnelli in questo caso – e ‘nuovi ricchi’ – Berlusconi -, malvisto perchè troppo bravo ed invadente come diverrà di li a poco quando scenderà inevitabilmente in politica .

Secondo punto .

Sceso in politica avrà campo facile ; spazzata via la vecchia classe di un tempo avrà strada libera .
E dovrà percorrerla per evitare che nuovi ‘padroni politici’ per giunta anti capitalisti come il P.D. si sostituiscano a CRAXI nelle richieste economiche .Anzi tentino di distruggerlo economicamente perchè estraneo ai vecchi buoni salotti del Potere .(**)

Una riprova di quanto qui sostenuto ?

Ne fornisco due ;

la prima
sta nell’affermazione di Berlusconi nel film andato in onda su La 7 :‘ Silvio forever’ in cui afferma :’

:’ quando manca una classe politica al potere io brindo a champagne ‘ [ // ]

(vedi testo del film citato direttamente attraverso il seguente link;)

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-163

od anche;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/tag/cinema-dessai-silvio-forever/

Una spiegazione possibile ad una affermazione di questo genere sta proprio nell’argomentazione di cui qui sopra circa il foraggiamento ai vari partiti politici.

la seconda,

sta nel fatto che dopo che BERLUSCONI è andato al potere – non dovendo più sovvenzionare i vari Partiti – si è arricchito a dismisura .
E questo non tanto per le leggi ‘ad personam’ – forse anche per questo – ma principalmente perchè non doveva più pagare nessuno ! (*)

(*)
Una terza dimostrazione sta nel tentativo del PDL – cioè di Berlusconi stesso – di modificare un articolo della Costituzione italiana ;

;‘ l’articolo 41 ‘, che recita ;

”’L’iniziativa economica privata è libera.
Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali .”’

Può a prima vista apparire bizzarro modificare un articolo che già permette l’iniziativa privata anzi la tutela .
Ma leggendo il terzo comma si nota che quella sorta di super visione di chi detiene il potere,
– e Berlusconi ha certo pensato alla modifica di tale articolo in funzione di quando il potere non l’avrà più –
,ha permesso ai partiti di bloccare arbitrariamente a proprio uso e consumo molte iniziative private .
In altri termini ha permesso la nascita ‘ dell’UNIVERSO TANGENTOPOLI ‘

Pertanto modificare in senso più liberale quel terzo comma dell’articolo 41 voleva dire evitare il ‘ricatto politico’ perpetrato dal politicante di turno al potere, ai danni di un imprenditore e quindi ai danni di un’intera Collettività .

(**)
Inoltre qualche giorno fa la nota giornalista politica Lucia ANNUNZIATA nella trasmissione di Gad LERNERL’infedele‘ alla domanda del conduttore circa l’atteggiamento della classe politica ( di sinistra nel caso) verso le famiglie del potere economico -come gli Agnelli- ebbe a rispondere con visibile titubanza affermando che vi è in Italia una sorta di timore reverenziale verso i vecchi gruppi di potere economico .

In realtà Berlusconi – appare ora evidente per quanto sopra detto – è venuto a rompere tutto un collaudato vecchio e consolidato equilibrio fatto di potere economico e politico in cui ‘affarismo e politica’ si intendevano bene .
Berlusconi al potere significava un assetto non accettabile perchè molti rimanevano ‘NON FORAGGIATI’ .

In conclusione ?

Non si pensi ingenuamente che si arriverà ad una nuova realtà più linda ,

si tornerà in un modo o nell’altro

ai ‘vecchi santi ‘

in cui a nuovi padroni si sostiuiscono i vecchi .

Come ne : ‘La fattoria degli animali ‘ ( ‘Animal farm’ ), di George Orwell .

(…)Alla fine il ‘vecchio padrone’ brinda con i ‘nuovi padroni’, i porci . In un sodalizio che non lascia spazio alcuno alla speranza .

Vedi anche al seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/10/25/1100/

[ // ]

Le parole esatte espresse da Berlusconi nell’intervista riportata nel film trasmesso l’8/settembre/2011 su : La 7 ; ‘ Silvio forever’ sono le seguenti :”

Berlusconi
:” (…) a Milano succedono tutte le cose importanti. Roma è il centro politico e nient’altro .”

Giornalista
:” Ma queste decisioni politiche pesano in modo condizionante ? ”

Berlusconi
:” Ahimè si,
io sono un qualunquista da questo punto di vista,perchè quando tutti sono preoccupati che siamo in crisi di Governo,
– io ho degli amici che mi telefonano da New York che mi dicono :” Ah perbacco ti va male non c’è il Governo ! ” –
io invece gli dico :” guarda che sto brindando a champagne ! E mi auguro che non ci sia per molto tempo ” .

La morte di M. GHEDDAFI .

.
.
.
.
.
.
.

7/giugno/1942 (…) 21/ottobre/2011

1969 (…) 2011 ; dal C.C.R. ( Consiglio del Comando della Rivoluzione ) al C.N.T. ( Consiglio Nazionale di transizione ) .

1911 (…) 2011 ; dalla guerra coloniale italo libica alla guerra civile libica di auto affrancazione .

Vedi al seguente link ,
la pagina :‘ATTUALITA’ ; nord AFRICA e dintorni ‘ gli eventi che precedono il tema qui trattato .

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/attualita-nord-africa-e-dintorni/


Il libro verde di Gheddafi;
nelle intenzioni di questo piccolo rais nordafricano il testo che avrebbe permesso la creazione di un sistema di equità sociale .
Come già col famoso ‘libretto rosso’ di Mao Tse-tung o col ‘Capitale’ di Karl Marx ;

;l’ennesimo tentativo di creare ,attraverso un nuovo Stato, un Paradiso sulla Terra (…)

Vari modi indubbiamente – viste le date sopra riportate – di leggere gli accadimenti che confluiscono nella Nostra attualità .

Pochi ricordano che nel Nostro lontano passato – quando Roma era caput mundi – regnò come Imperatore di Roma un libico ;

Lucio Settimio Severo

che fu Imperatore tra il secondo ed il terzo secolo d.c. quando al governo di Roma servivano uomini di capacità pratiche e militari .

Il paragone certo non calza (**),
con Muammar GHEDDAFI ma è doveroso per il semplice fatto che questo piccolo rais beduino ha sempre aspirato a raggiungere una fama personale internazionale di grande spessore come l’Imperatore sopra menzionato .

La Storia, nei fatti implacabile, ha finito per bollarlo alla stregua di un noiosissimo e settico insetto come è una mosca stercoraria .
Fastidiosamente ronzante e dal pungolo infetto. Ma alla fine ha fatto la fine che molti insetti fanno; l’esser schiacciato/a da realtà ben più grandi di loro .

E’ stato l’unico leader libico della così detta ‘ primavera africana ‘
– neologismo coniato in ricordo della primavera di Praga del 1968, guarda caso un anno prima della ascesa al potere di Gheddafi (1969) –
ad aver voluto resistere ad una deposizione che sembra segnare l’incipit – vedi agli articoli nella pagina di cui al link sopra riportato – della presa di coscienza di più Popoli, accomunati nella tradizione islamica, di vari elementi salienti di cui ne cito due ;

— da un lato che i leaders che li hanno governati fin’ora non erano che despoti, spesso sanguinari come è indubbiamente stato Gheddafi , che hanno avuto il solo fine di auto referenziarsi/incensarsi accumulando ricchezze personali impensabili ed inspendibili in nome di una avidità ( leggi ‘stupidità’ ) senza paragoni , a spese della povera gente e non certo per meriti imprenditoriali ,

— dall’altro che ‘ quella chimera chiamata libertà ‘ ( vedi articolo al seguente link

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/08/22/quella-chimera-chiamata-democrazia/
),

non ha fatto che rivelarsi per ciò che è sempre stata ; un miraggio sempiterno .

La conquista sovente sanguinosa della propria indipendenza ,da parte di Popoli facenti parte di ex colonie ( vedi l’Algeria, la Libia stessa etc…) ,dall’oppressore occidentale
,ha finito col mostrarsi in tutta la sua grottesca tragicità .

Per fare un semplice esempio,
ricordo l’epilogo di una famosissima Opera letteraria della prima metà del secolo scorso :’

‘La fattoria degli animali ‘ ( ‘Animal farm’ ) di George Orwell .

Alla fine il ‘vecchio padrone’ brinda con i ‘nuovi padroni’, i porci . In un sodalizio che non lascia spazio alcuno alla speranza .


L’elemento positivo in tutta questa sanguinosa faccenda è che gli insorti si sono accorti delle infinite menzogne diffuse da quei leaders ignobili contro l’Occidente – scatenando un terrorismo internazionale devastante – allo scopo di nascondere la loro inettitudine al governo .

(**)
Con strano scherzo/scherno della Storia, fu proprio Settimio Severo a disciogliere l’Ordine dei Pretoriani ( se si vuole i ‘Corazzieri’ ante litteram ) ,(…) .

Nota;
varie biografie hanno tentato ,e tenteranno ancora di certo in futuro, attraverso storici e giornalisti di capire il ‘fenomeno’ Gheddafi
– che di fenomenale non ha mai avuto proprio niente, se non la perversità tipica della vigliaccheria del terrorista – .
Tali biografie ,viste il loro soggetto d’indagine , avrebbero dovuto essere scritte non da uno storico o da un giornalista ma da un entomologo .

Tag Cloud