Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘nazismo’

NAZIONALSOCIALISMO e NEONAZIONALSOCIALISMO

NAZIONALSOCIALISMO e NEONAZIONALSOCIALISMO

Sottotitolo.
Un punto di vista attuale e storicamente qui rivisitato di un fenomeno unico ed epocale tanto clamoroso e noto per quanto pressochè misconosciuto ai più .

Nota ;
attraverso vecchie interpretazioni

– di cui il tempo della Storia mostra la totale usura ed inconsistenza, ma anacronisticamente lasciate volutamente intatte dalla ‘storiografia uffciale’ –

qui rispolverate, una delle quali del noto scrittore Pasolini, si ripercorre un’Idea che è invece il vero architrave dell’Europa vera e propria – cioè quella Occidentale – , Idea da cui rifuggire ha significato il crollo di una Civiltà intera.
Civiltà che è soluzione indubbia di tutto il passato dell’Umanità intera .

Gli ‘Scritti corsari’ di Pier Paolo Pasolini.

Ecco una Raccolta di articoli  – ‘Scritti corsari’ – ,pubblicati come Opera letteraria nel 1975 , che mostrano l’inconsistenza di un pensiero allora travolgente tutto e tutti e che saranno alla base dei così detti ‘anni di piombo’ in Italia. Non per niente Pasolini, il suo autore, fu all’epoca direttore de :‘Lotta continua’ ; un periodico omonimo del movimento di estrema sinistra che aveva tra i suoi leaders personaggi come Adriano Sofri

[ CFR. con quanto al post del 22/novembre/2011 nella pagina :‘ Quattro chiacchiere sul CINEMA d’ ESSAI e sul suo scomodo valore .’
Direttamente attraverso il seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-171

]

Da :‘Scritti corsari’ di Pier Paolo Pasolini

:” ALMIRANTE per quanto abbia tentato di aggiornarsi ,è altrettanto ridicolo che MUSSOLINI .
Piuttosto un pericolo reale viene dalla frangia neonazista del fascismo, che adesso conta su poche migliaia di fanatici , ma che domani potrebbe diventare un esercito .
Secondo me oggi l’Italia vive qualcosa di analogo a quanto accadde in Germania agli albori del nazismo .
E’ il popolo che sta diventando piccola borghesia ma che non è ancora l’una e non è più l’altro .
Secondo me il nucleo dell’esercito nazista fu costituito proprio da questa ibrida massa . E l’Italia sta correndo proprio questo pericolo .”


.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.

Al contrario di ciò che affermò a suo tempo Pasolini sul presunto ‘nazionalsocialismo’ post bellico, c’era allora – negli anni settanta – come oggi chi sosteneva/sostiene una origine opposta ( rispetto a quella sostenuta da Pasolini – qui sopra riportata – )del nazionalsocialismo ;

cioè non con un processo di trasformazione del popolo in borghesia – come sostenuto da Pasolini – ma al contrario con il regresso di questo processo . Ovvero la classe borghese nella fase di perdita dei suoi privilegi cerca di recuperare terreno con una trasformazione autoritaria nel nazionalsocialismo .

Ben lontano dal pretendere una soluzione di una questione tanto controversa per quanto spinosa ed ancora attuale

[ rinvio in merito ai seguenti due articoli del luglio/2011 :

:’ A. B. Breivik | NORVEGIA 22 luglio 2011 ‘ e :

:’A. B. Breivik, Norvegia 22/7/2011 | ecco il PERCHE’ della STRAGE ‘

direttamente ai seguenti links ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/07/26/a-b-breivik-norvegia-22-luglio-2011/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/07/27/a-b-breivik-norvegia-2272011-ecco-il-perche-della-strage/

come esempio della drammaticità di un passato che ritorna perchè non ‘pacificato nella sua natura’ ]

si ravvede alla luce del tempo – un vecchio adagio recita :‘ LA VERITA’ E’ FIGLIA DEL TEMPO ‘la pochezza di simili interpretazioni .

Si può certo notare che nel movimento fascista e nazionalsocialista

( che molti storici accorciano in nazista forse per evitare l’imbarazzante riferimento al mondo socialista )

vi fu la strumentalizzazione degli stessi da parte di forze borghesi preoccupate dell’avanzata del mondo operaio e qiundi delle forze socialiste/comuniste .Forze borghesi che pensarono di risolvere con mezzi sbrigativi le insurrezioni operaie che minacciavano la loro stessa sopravvivenza .

Ma la realtà è ben più profonda e i tristi eventi norvegesi del luglio/2011 di cui sopra fatto cenno ce lo dimostrano in tutta la sua drammaticità .
Non sempre nella storia un conflitto fa emergere lo ‘zeit geist’ del tempo. Le due guerre mondiali ,alla luce dei nostri giorni, ce lo stanno dimostrando.
Si legga i due articoli del luglio scorso , di cui qui sopra link di rinvio – non sto a ripetermi – .

 

Nota;

se ,con onestà intellettuale, si vuol riconoscere un merito a Pasolini,
è certamente – e probabilmente l’unico – di aver letterariamente contribuito ( come molti altri; vedi Moravia , Bassani etc…) a sdoganare l’universo italiano da quella sorta di ristretta mentalità piccolo borghese fatta di falsi candori, falsa religiosità, falsa politica democratica (leggi democristiana),mentalità finalizzata soltanto ad impedire un sovvertimento politico in senso comunista – che avrebbe comportato l’adesione italiana al mondo sovietico – . Sovvertimento che ,alla luce della Storia successiva, avrebbe comportato la totale rovina dell’Italia come è stato per Paesi quali la Romania, l’Albania etc…

Solo che Pasolini lo fece, scrivendo a favore di quel mondo marxista col quale sempre fu schierato. Il buffo di tutto questo – caso, destino  singolare, per questo scrittore strampalato e tutt’altro che geniale – è che a causa di vetuste normative a tutela della morale o della religione ( ancora ‘di Stato’),allora vigenti, Pasolini subì sciocchi processi che furono la sua fortuna mediatica/pubblicitaria per i suoi deliranti scritti ( di cui vedi qui sopra uno stralcio – ‘Scritti corsari’ – ) ,e dei suoi orribili film in cui non vi è la benché minima presenza di sapienza registica narrativa ( cfr. con C.T. Dreyer col suo ‘Dies Irae’!Dreyer si fu un grande regista !

  https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-19 )

Nota finale;
si tenga presente che ho sorvolato sulle vicende non solo personali/intime di Pasolini – non relegabili , allora come oggi alla sola sfera personale,ma da codice penale in piena regola – ma anche sui suoi trascorsi militari tutt’altro che da ‘solidarietà da commilitoni’…
Perché non è così,come invece fu allora fatto dai suoi detrattori a lui contemporanei, che si affrontano le questioni da Pasolini a suo modo affrontate e mal risolte con ipotesi socio – economiche storicamente fallimentari.

.
.
.
.
.

Lettera dell’antico Evo germanico

Annunci

La RISCRITTURA della STORIA .

Nota;

il presente articolo è solo accenno/presentazione  a quanto compiutamente postato nelle  pagine  titolate : ‘

:‘ TOP -SECRET . ‘

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/top-secret/

e

: ‘  SOFRI , BATTISTI  &  C.  ( D. FO , incluso ) / Riflessioni varie   ‘ , ( vedi i due  post del 16/maggio 2011 , titolati : ‘ Una  RIFLESSIONE  correttamente  POLEMICA  …’ ) . Qui il  link  diretto ,

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/sofri-battisti-c/#comment-80

.
Voglio qui soffermarmi  sul  soggetto su-indicato nel titolo : ‘  La STORIA ‘ , partendo da delle definizioni che sono certo discutibili ma che hanno il pregio di far riflettere.
CHE  COSA  E’  LA  STORIA  ?

Alcune definizioni;

; ‘la storia è una scienza che ha per oggetto gli uomini e le loro azioni nel loro tempo’ Marc Bloch ne:’ l’apologia della storia od il mestiere di storico ‘.


…………………………………………………………………………………………………………………………………

Lo storico francese Marc Bloch .

‘la storia non è ancora una scienza,si può tentare di farla apparire tale con omissioni e falsificazioni’ Bertrand Russell.

…………………………………………………………………………………………..

Il filosofo inglese Bertrand Russell secondo una simpatica caricatura.

‘la storia è il prodotto più pericoloso della chimica della nostra mente’ Paul Valery.


L’eclettico Paul Valery .

La STORIA  , a ben guardare , ci appare

come la  Scienza  annoverabile tra le più discusse  e  chaicchierate  , fino a giungere alla bestemmia scientifica di negarne il valore stesso di Scienza ! .

Il fardello di critica che essa porta è evidente e dunque appare come il più potente mezzo di intralcio – e di  CRITICA – per le nuove leadership politiche che vogliono ripercorrere vecchi errori per trarne benefici per pochi …

Da qui il costante tentativo di discredito verso questa disciplina o – non potendolo fare – il tentativo di mistificarla a proprio torna conto .

Si veda in merito quanto postato nella pagina titolata : ‘ TOP – SECRET   ,

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/top-secret/

Ricordo infine la vecchia affermazione di   Bertold  BRECHT : ‘

:Un popolo che non ha memoria dei propri errori ( storici ) è un popolo destinato a ricommetterli .

Dalla fine della così detta   ‘guerra fredda’

si è palesata la necessità di una riscrittura della storia .

Una interpretazione che,

– da un lato –

tenesse conto delle profonde mistificazioni che il blocco sovietico e più in generale orientale aveva creato .

Dall’altro,

– tema del tutto da dissodare – che tenesse conto delle problematiche che un falso modello democratico occidentale poneva a livello internazionale e che attualmente comincia a mostrarsi in tutta la sua drammaticità economica .

Come suindicato rinvio alla pagina nella nota sopra per la completa descrizione di quanto in questo articolo accennato .

Nota finale ;

nelle pagine suindicate  (principalmente )  : ‘

 : ‘  SOFRI BATTISTI  &  C . ( Dario FO , incluso ) / Riflessioni varie ‘   e,

 ‘ TOP – SECRET ‘ .

sarà tentato un processo di riscrittura  della   ‘SCIENZA  STORIA’ .

Processo che avrà per filo conduttore due  capisaldi  fondamentali ;

—i tempi attuali visti come espressione del passato , recente e meno , che è stato pur mantenendo  uno sguardo critico a quello che poteva – oggettivamente essere ( si veda in merito i post  dattati  27/aprile/2011 ; ‘ Winston  CHURCHILL ed un PARALLELO CON I NOSTRI TEMPI ‘   e ; ‘ La STORIA con i ‘SE’  e con i ‘MA’  nella pagina :‘ TOP – SECRET ‘ ) –  ma che non è stato ,

e ,

una analisi delle varie ‘scritture’ della Storia nei vari tempi, che metterà in luce non solo le differnti interpretazioni degli eventi che hanno percorso l’umanità, ma sopratutto le mentalità degli artefici di tali interpretazioni in relazione all’utilità sociale di quei lavori .

Attraverso entrambi i procedimenti qui sopra ora indicati  si avrà la possibilità di accedere ad una visione nuova e completa  del Mondo in cui siamo immersi.  Visione che peremtterà di immettere, come raramente fatto, – e purtroppo accantonato/emarginato  dalla storiografia ufficiale attuale – chi leggerà con obiettività/senza pregiudizi, ad una consapevolezza del Mondo costruito dall’Uomo – e non dalla Natura – denominato Civiltà .

Perchè  – come si arriverà ad affermare –  la LIBERTA’  nel Suo significato più pregnante consiste nella CAPACITA’  di scegliere ( tra più opportunità ) con piena consapevolezza .

Tag Cloud