Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘tangentopoli’

Claudio MARTELLI presenta(…)

Le fotografie degli odierni anni mesti della ‘meditazione’ ottimistica ( 19/marzo/2014) ;

martelli 2martelli 3martelli 6martelli 8

Le fotografie degli anni ruggenti ( gli anni ottanta/novanta) ;

claudio martelli ex galeottopolitica e denaro negli anni novantaclaudio martelli ex galeotto 2

Claudio MARTELLI ex politico ex galeotto(…) presenta ( 43° presentazione );

Ricordati di vivere”

un libro che vuol essere un’autobiografia che ripercorre trent’anni di storia italiana…

Sembra invece l’incipit di una vecchia serie televisiva di film presentati da Alfred Hitchcock
( Alfred Hitchcock presenta…) ,serie
accompagnata dalla famosissima

‘marcetta funebre di una marionetta’ di Charles Gounod,

Tutto sembra coincidere/adattarsi;

la funerarietà dell’evento;
;una sorta di zombi politico che ha il coraggio di auto raccontarsi anzichè optare per un dignitoso silenzio,

l’umorismo di Hitchcock,
che nella presentazione di un libro – raccolta di novelle – ebbe a scrivere :’

:’ …la Facoltà di scienze economiche è quella Facoltà dove ti insegnano a rubare con profitto…’
In questo caso cambia la facoltà ma non il concetto di fondo …

ed infine,

quell’atteggiamento che un vecchio comico d’altri tempi Renato Ranucci – in arte Renato Rascel – travestito da omino della Michelin (con copertoni di ruote…) omino michelin

sintetizzava così:’
:

‘ certo io ho la faccia di gomma, è vero, ma certi hanno certe facce di bronzo…’

Ma…
Quello che più ti lascia attonito è quella sorta di dimenticanza generale dei più che permette

-anche in internet
( date un’occhiata a http://it.wikipedia.org/wiki/Claudio_Martelli
dove
noterete una paurosa mancanza non tanto di dettagli ma di elementi qualificanti la persona del caso)

che permette, dicevo
di far cadere nel dimenticatoio fatti come i seguenti solo per citarne alcuni;

° il fatto che fu uno dei protagonisti indagato di tangentopoli, poi condannato,e che
viveva da nababbo
con i soldi chiesti ed ottenuti dal partito di appartenenza ( l’allora Partito Socialista Italiano ), sbandierando nel contempo le bandiere del proletariato,
°
che quando fu arrestato , cosa assai buffa , o perlomeno curiosa, la scorta di polizia che lo proteggeva non gli fu allora revocata per cui l’attendeva fuori dal carcere quando fu in procinto di essere scarcerato!
° che dopo tutto lo sconvolgimento provocato da ‘tangentopoli’ aspetta un decennio, per far calmare le acque, e si ripropone come deputato europeo – ottenendo l’incarico – previo programmino su misura su reti mediaset… [°]

Assolutamente pazzesco ed indice di un mondo surreale.

E ieri sera – 19 marzo 2014 – presso l’Hotel AC di Pisa, il Nostro eroe ha presentato il suo libro:’ ricordati di vivere’.[°°]

Libro in cui sintetizza
– cancellando a mestiere ogni responsabilità personale e del partito ,di cui era uno dei protagonisti, che insieme ad altri partiti causerà la catastrofe non solo economica dell’Italia ma anche di fiducia nelle Istituzioni stesse –
il proprio operato come sorta di :’

:’salvatore della Patria non ascoltato’

Un giornalista – Giorgio Piccioni – intervenuto come moderatore parla degli :’
:’anni effervescenti di una Milano da bere’

e per la miseria la Milano e l’italia intera se la sono bevuta alla grande, eccome !

Cita
– citando il suo libro, che vuole essere una proiezione del passato nel futuro , quindi non opera nostalgica malinconica –
il Maestro Bettino ( Craxi ) , ma anche il Diogene della politica italiana – a suo dire – Marco Pannella ed infine
Giovanni Falcone il magistrato dell’anti mafia o meglio anti-‘cosa nostra’ come afferma precisatogli all’epoca dal Magistrato stesso .

Un disperato tentativo di auto riciclarsi attraverso libri e campagne politiche mascherate come quella a cui si è assistito ieri sera .

Tiram innanz!

[°]
Parlando del suo ultimo incarico europeo parla del suo progetto,
– tanto per far vedere che non ha trascorso una legislatura da bighellone –
, denominato :

‘una spada per l’Europa’

, ovvero un piano per organizzare un esercito tutto europeo. Presentando questo suo piano come idea originale e brillante.
Dimenticando invece che un tale piano risale agli anni cinquanta ( piano C.E.D ,comunità europea di difesa ) proposto concretamente ,anche se poi il piano si arenò, ad opera del finanziere francese Jean Marie Gabriel Monnet

[°°]
Pur criticando il ‘Maestro’ Bettino (Craxi) :” era autoritario ” , non capì questo o quello’ etc… chi lo ascolta parlare non può non notare che ne ha la perfetta intonazione metrica/stile verbale.

Infine;
sul frontespizio a tergo del suo libro sono riportate le seguenti parole:’

:’Tutti sanno, nessuno ricorda
io so poche cose ma le ricordo benissimo’

Per quanto sopra ricordato
– fatti del recente disgraziato passato politico italiano che gli italiani onesti subirono e non si riscattarono appieno con tangentopoli –
varrebbe per questi boiardi ciò che afferma

il Vangelo ne : Mt. 18-6

Nota;
se ci si perita a dare un’occhiata in internet,luogo deputato oramai per eccellenza come summa di scalette e calendari di lavoro, si notera’ l’assoluta assenza delle prossime presentazioni del libro qui discusso.
Ovvio il motivo di fondo; evitare un qualsiasi reale confronto con chi la pensa diversamente e,nel contempo, far credere che servili pseudo giornalisti , chi era ieri sera presente l’ha certamente notato, hanno realmente incalzato con vere incisive domande,che avrebbero permesso una reale e plausibile definizione dei tempi discussi nel libro, uno dei protagonisti di tangentopoli,accolto invece con domande ‘agiografiche’ .

Annunci

TANGENTOPOLI 2 | POLIREPULISTI

TANGENTOPOLI 2 | POLIREPULISTI

Guardate un pò che bel ragazzone prosperoso ; tutto mammà !

Qualcuno – forse – ricorderà quella sorta di neo rivoluzione francese ma, alla

‘white-collar’,

che fu TANGENTOPOLI

Un evento che portò alla ribalta soggetti come l’ex poliziotto e poi magistrato/poliziotto Antonio di Pietro ( ovvero un Funzionario dai metodi sbrigativi come quelli di un questurino di Guantánamo ) ed ora affermato politico piacevolmente sgrammaticato .

Allora la mattanza fu mediatica e se ci furono – come fu – dei morti suicidi di politicanti sedicenti politici ( di cui certo non rimpiango ,ne nessuno ne riampiange, la scomparsa) se la meritarono/cercarono .

Ma… tutto ciò cosa generò ?

a distanza di circa vent’anni ne vediamo gli sterili frutti !

Un bel nulla

Dopo vent’anni ecco riapparire personaggi come Franco Fiorito che – si badi bene – è solo un logo emblematico ad eterna memoria dell’avidità umana di tutti i tempi .
Ma che in realtà è solo ,nel contempo, un capro espiatorio di un malcostume generalizzato e punta d’iceberg di un mondo politico che crede di essere tanto furbo ed ‘acchiappone’
Occorre tuttavia un altro ‘ma’ .
Egli difatti nasconde il non segreto intento d’ Occidente – una volta – e del Mondo intero attualmente , di pregare costantemente ad un’unica divinità ;

il denaro

A ciò si accompagna la morbosa tendenza a fagocitare tutto ciò che è possibile ed in misura tale da dare sconcerto .

Fortune accumulate di tale entità per cui chi le detiene – iniquamente anche se magari impeccabilmente secondo legge ‘ad arte’ – non potrà spenderne neanche gli interessi di capitale .

Incredibile ma vero .


E coloro che si atteggiano a forcaioli carnefici ,lo sono – e sono i più – non certo per intransigenza morale o addirittura etica o per amor di Stato etc…

No niente affatto ,
lo sono solo perchè loro – e da questo deriva la loro maggior ferocia – non hanno avuto occasione di essere i politici arraffaioli che condannano mediaticamente alla gogna .

Ne segue – da tutto questo – un’ inevitabile valutazione morale del giudizio di tutti costoro che sono la maggior parte dei membri della Collettività .

Cosa succederà nei prossimi anni ?

Molto semplice ; passata la bufera mediatica, sacrificato qualche nome politico di minor conto ecco che si tornerà ai ‘vecchi santi’ .
Il mangia mangia ripartirà alla grande senza colpo ferire. Ne più ne meno .

Il compassato MONTI il sanguigno Di PIETRO


……………………………………………………………………………………..

Mari e Monti; come in gastronomia !

Il fatto ;

ROMA (Reuters) – Durissime accuse al governo sono state lanciate oggi da Antonio Di Pietro, leader dell’Idv all’opposizione, oggi alla Camera, durante le dichiarazioni di voto sul decreto legge sulle semplificazioni burocratiche.

Contestando la politica economica dell’esecutivo di Mario Monti, Di Pietro ha detto che “vi sono persone che non arrivano a fine mese che si stanno suicidando. Lei ce li ha sulla coscienza questi suicidi, perché lei sta usando due pesi e due misure”.

“Dovevate rimettere a posto i conti, ma dovevate anche far pagare il conto a chi il conto poteva pagarlo e non sempre ai più deboli e soprattutto ai più onesti”, ha detto il leader Idv.

Di Pietro accusa Monti di avere cercato di rimettere a posto i conti pubblici e ridare credibilità internazionale all’Italia aumentando la pressione fiscale sulle fasce a reddito più basso e facendo una riforma del mercato del lavoro penalizzante per i lavoratori.

(Roberto Landucci)

Una breve considerazione in merito a quanto sopra ;

da una parte,

Di Pietro .
Non ha mai nascosto la sua origine terragna. Si è anche vantato di conoscere come si coltiva un ettaro (preciso) di terra in modo ottimale/redditizio . [**]
La sua crudezza, i suoi atteggiamenti da rude poliziotto – benchè magistrato – durante il periodo di tangentopoli quando era il vero/reale protagonista di quella sorta di repulisti generale di una repubblica partitica marciscente, li ricordiamo bene .
Come ricordiamo bene quando alcuni suicidi avvennero grazie alla durezza che si era creata attorno ai responsabili di quel mondo corrotto.

Non li difendo davvero , moralmente se la sono cercata e meritata !

Ora si lamenta dei suicidi che avvengono come conseguenza di una durezza economica della politica finalizzata a risanare a tutti i costi l’economia, il bilancio statale .
Come se dicesse ; ‘quelli di tangentopoli’ se la sono cercata , ‘questi’ sono vittime innocenti del sistema .

Dall’altra,
Mario Monti.
Un compassato professore universitario dai modi apparentemente algidi ma in realtà semplicemente con atteggiamenti che troviamo in tutte le Università almeno d’Italia ; modi gentilissimi che in realtà comandano/ordinano, senza spazio per un benchè minimo dissenso, premettendo il termine :” per cortesia/prego …” ed un mezzo sorriso appena accennato .
A questo Professore è toccato il compito ingrato di essere a capo di un ‘Governo tecnico’ ,

( di cui vedi definizione al seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/07/16/la-manovra-economica-luglio-2011/

)

, gli è toccato risanare i conti di anni di allegra amministrazione strafalciona e consociativa in cui anche i cittadini semplici avevano la loro responsabilità nell’accettare che ciò avvenisse sotto i loro occhi in cambio magari di un piccolo insignificante vantaggio a loro favore !

Ci siamo bevuti l’Italia !

Tutti quanti nessuno escluso ; anche chi sapeva ‘di candore più puro’ ! .

Il demonizzare di Di Pietro,
trova dunque in quest’ottica tutto il suo ridimensionamento ; tanto più che avrebbe dovuto prendersela con l’Europa – Francia e Germania in testa – che hanno spinto a queste situazioni drammatiche .

Mario Monti,
come molti altri – e per giunta da economista puro – sapeva bene che ci saremmo trovati prima o poi Noi tutti italiani, di fronte a questo dramma collettivo .
E come ognuno di Noi ha la sua personale e morale responsabilità .

Accusarci a vicenda o rimbeccarsi l’uno contro l’altro come i ‘polli di Renzo’ – ricordate l’Opera del Manzoni…? – ha poco senso e serve semmai a scaricare le tensioni sociali createsi o a fare populismo da tribuno della plebe a fini elettorali .
Dall’altro si noti come i ‘tecnicismi’, anche se affidati a ‘compassati professori’, possono produrre effetti di chiaro dramma sociale come nelle così dette ‘dittature’ .

[**]
Tant’è che il notissimo architetto Massimiliano Fuksas , sentendo le parole di Di Pietro in una nota trasmissione televisiva , lo invitò ad andare a zappare .

BERLUSCONI ed il suo TEMPO

BERLUSCONI ed il suo TEMPO

alias ;

tutto ciò che si sa ma nessuno osa dire .

Nell’ottica – ma non solo – degli ultimi drammatici eventi economici , di cui i più non sembrano stranamente rendersi conto o forse tentano di esorcizzarli con una sorta di apatia collettiva, seguono qui di seguito una serie di brevi considerazioni di questa singolare figura, ma non tale nell’ambito storico ,di un leader che come la fenice sembra risorgere dalle proprie ceneri .

Primo punto .

Storicamente non è certo il solo ne il primo .
( Molti periodi hanno avuto il loro ‘Cesare’ – piccolo o grande che sia – )

Un vecchio adagio recita

:’ Stati deboli attirano inevitabilmente uomini forti ‘

Dopo la deblacle economica dei primi anni novanta
è seguito una sorta di repulisti generale – non certo con uno stiletto, ma con una vera e propria mannaia giurisdizionale – della classe dirigente di allora .
CRAXI in testa e colleghi sono stati resettati da giudici che se ,solo pochi anni prima , avessero solo osato chiamare in giudizio un politico della leadership sarebbe stato mandato ad amministrare la giustizia in una qualche isoletta siciliana o sarda .

Tutta questa operazione ebbe il nome notorio di

‘tangentopoli ‘

Nella storia si ritrova tutto questo ad es. nella Rivoluzione francese – dove la mannaia era non solo giuridica – e prima ancora nella remota antica Roma con il processo a Catilina etc…

Berlusconi si ritrovò senza un ‘tutor’ politico
– cioè CRAXI – che permetteva a lui ed altri di poter fare affari economici in cambio di ‘sovvenzioni private ad enti pubblici’ ( leggi :‘tangenti’ )cioè ai vari Partiti politici .
Sovvenzioni che servivano a mandare avanti quella sorta di grande carrozzone dei privilegi ma anche para-assistenzialistico che costituiva il sottobosco della politica italiana .
Berlusconi era uno tra i tanti ( industriali) che si piegavano gioco forza a quella sorta di patto non scritto .
Anche l’universo F.I.A.T. era sottoposto a tutto questo,
ma nessun componente della famiglia Agnelli ricevette avvisi di garanzia
.
Solo Romiti – l’allora amministratore delegato della F.I.A.T. – ebbe quache noia, ma poi fu ben ripagato da titolo/incarico senatoriale .

Si noti dunque la differenza
di trattamento tra vecchi consolidati ‘ricchi’ – gli Agnelli in questo caso – e ‘nuovi ricchi’ – Berlusconi -, malvisto perchè troppo bravo ed invadente come diverrà di li a poco quando scenderà inevitabilmente in politica .

Secondo punto .

Sceso in politica avrà campo facile ; spazzata via la vecchia classe di un tempo avrà strada libera .
E dovrà percorrerla per evitare che nuovi ‘padroni politici’ per giunta anti capitalisti come il P.D. si sostituiscano a CRAXI nelle richieste economiche .Anzi tentino di distruggerlo economicamente perchè estraneo ai vecchi buoni salotti del Potere .(**)

Una riprova di quanto qui sostenuto ?

Ne fornisco due ;

la prima
sta nell’affermazione di Berlusconi nel film andato in onda su La 7 :‘ Silvio forever’ in cui afferma :’

:’ quando manca una classe politica al potere io brindo a champagne ‘ [ // ]

(vedi testo del film citato direttamente attraverso il seguente link;)

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/#comment-163

od anche;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/tag/cinema-dessai-silvio-forever/

Una spiegazione possibile ad una affermazione di questo genere sta proprio nell’argomentazione di cui qui sopra circa il foraggiamento ai vari partiti politici.

la seconda,

sta nel fatto che dopo che BERLUSCONI è andato al potere – non dovendo più sovvenzionare i vari Partiti – si è arricchito a dismisura .
E questo non tanto per le leggi ‘ad personam’ – forse anche per questo – ma principalmente perchè non doveva più pagare nessuno ! (*)

(*)
Una terza dimostrazione sta nel tentativo del PDL – cioè di Berlusconi stesso – di modificare un articolo della Costituzione italiana ;

;‘ l’articolo 41 ‘, che recita ;

”’L’iniziativa economica privata è libera.
Non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.
La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali .”’

Può a prima vista apparire bizzarro modificare un articolo che già permette l’iniziativa privata anzi la tutela .
Ma leggendo il terzo comma si nota che quella sorta di super visione di chi detiene il potere,
– e Berlusconi ha certo pensato alla modifica di tale articolo in funzione di quando il potere non l’avrà più –
,ha permesso ai partiti di bloccare arbitrariamente a proprio uso e consumo molte iniziative private .
In altri termini ha permesso la nascita ‘ dell’UNIVERSO TANGENTOPOLI ‘

Pertanto modificare in senso più liberale quel terzo comma dell’articolo 41 voleva dire evitare il ‘ricatto politico’ perpetrato dal politicante di turno al potere, ai danni di un imprenditore e quindi ai danni di un’intera Collettività .

(**)
Inoltre qualche giorno fa la nota giornalista politica Lucia ANNUNZIATA nella trasmissione di Gad LERNERL’infedele‘ alla domanda del conduttore circa l’atteggiamento della classe politica ( di sinistra nel caso) verso le famiglie del potere economico -come gli Agnelli- ebbe a rispondere con visibile titubanza affermando che vi è in Italia una sorta di timore reverenziale verso i vecchi gruppi di potere economico .

In realtà Berlusconi – appare ora evidente per quanto sopra detto – è venuto a rompere tutto un collaudato vecchio e consolidato equilibrio fatto di potere economico e politico in cui ‘affarismo e politica’ si intendevano bene .
Berlusconi al potere significava un assetto non accettabile perchè molti rimanevano ‘NON FORAGGIATI’ .

In conclusione ?

Non si pensi ingenuamente che si arriverà ad una nuova realtà più linda ,

si tornerà in un modo o nell’altro

ai ‘vecchi santi ‘

in cui a nuovi padroni si sostiuiscono i vecchi .

Come ne : ‘La fattoria degli animali ‘ ( ‘Animal farm’ ), di George Orwell .

(…)Alla fine il ‘vecchio padrone’ brinda con i ‘nuovi padroni’, i porci . In un sodalizio che non lascia spazio alcuno alla speranza .

Vedi anche al seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/10/25/1100/

[ // ]

Le parole esatte espresse da Berlusconi nell’intervista riportata nel film trasmesso l’8/settembre/2011 su : La 7 ; ‘ Silvio forever’ sono le seguenti :”

Berlusconi
:” (…) a Milano succedono tutte le cose importanti. Roma è il centro politico e nient’altro .”

Giornalista
:” Ma queste decisioni politiche pesano in modo condizionante ? ”

Berlusconi
:” Ahimè si,
io sono un qualunquista da questo punto di vista,perchè quando tutti sono preoccupati che siamo in crisi di Governo,
– io ho degli amici che mi telefonano da New York che mi dicono :” Ah perbacco ti va male non c’è il Governo ! ” –
io invece gli dico :” guarda che sto brindando a champagne ! E mi auguro che non ci sia per molto tempo ” .

Le DEMOCRAZIE da Contabili , alias (…)

   Le  DEMOCRAZIE  da  Contabili  ,

alias  ‘ l’affaire ‘  BERLUSCONI .

Con questo articolo/post si accenna , con alcune semplici note, –

rinviando alla pagina omonima di cui al seguente link    ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/le-democrazie-da-contabili-alias/   –

un tema assai ampio che rappresenta il cuore/la matrice di ogni problematica che quotidianamente affrontiamo ,tema che possiamo forse sintetizzare nelle seguenti domande ;

 ;   CHE COSA  E’  LA POLITICA ( A CHE SERVE  ? )

  e 

QUALE  E’  LA  POLITICA  CHE   ATTUALMENTE  CI  GOVERNA  ,  ?

fino a qualche anno fa  tutte queste domande si risolvevano in una drammatica contrapposizione tra due fronti ;

–quello occidentale con una economia del libero mercato ,

e

–quello orientale comunista .

(…)

continua nella pagina omonima di cui sopra link .

Cfr. con i  ‘pendant’  attuali …

Tag Cloud