Solo Al Secondo Grado

Articoli con tag ‘topo.gigio/dossiers’

QUELLI CHE DISSERO NO

QUELLI CHE DISSERO NO di ARRIGO PETACCO

 

__________

Ricordando/rinviando a

quanto già detto nell’ articolo al seguente link ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/05/16/la-riscrittura-della-storia/

mi soffermo su un’ Opera di recente pubblicazione ( settembre 2011 ) del noto Scrittore e Storico Arrigo Petacco ; tra i pochi che hanno avuto il coraggio di affrontare non solo con imparzialità ,

ma semplicemente di affrontare , cioè trattare e NON dimenticare ,

temi tralasciati, non per dimenticanza ma per parzialità storica dalla ‘storiografia ufficiale’

Premessa/introduzione all’Opera :

l’Opera tratta della reazione dei militari italiani dopo l’Armistizio italiano reso noto l’8 settembre 1943 .

Essi – prigionieri presso campi di prigionia allestiti dagli Alleati, inglesi ,americani,francesi etc… – si divisero in due gruppi ;

___ i cooperatori ( i :’ Coman ‘ ) e,

___ i non cooperatori ( i :’ Noncoman ‘ ) .

I primi
decisero di accettare di collaborare col ‘nemico’ all’inizio Guerra e poi alleato dopo l’8 settembre del 43,

i secondi
decisero di non collaborare mantenedo una posizione – mal interpretata storicamente – di coorenza e dignità verso NON il regime , ma sopratutto verso la propria Patria , l’Italia .

Tra questi ultimi – i ‘ noncoman ‘ – nomi famosi di giornalisti, politici ed artisti
– vedi Loro elenco in alcuni nominativi riportati tra i tag ( ‘ etichettato con ‘…) sotto il presente articolo – ,
Ma anche sacerdoti coerenti con le scelte – coerenti – dei prigionieri (laici) italiani ‘noncoman’ .
Tra i detenuti ‘ Noncoman ‘, politici ‘da civili’ ricordo Giovanni Dello Jacovo che dopo la fine Guerra sarà eletto Deputato nelle liste del Partito Comunista Italiano .

Tra gli artisti il famosissimo Alberto Burri, medico di formazione e pittore, ma sarebbe meglio dire ‘trasformatore della materia’, per vocazione; eccolo in una fotografia ai tempi della prigionia in Texas,

Alberto Burri ; concentration camp          Texas 1945

Alberto Burri ;
concentration camp Texas 1945

______

In questo articolo mi soffermo

su una questione posta dall’Autore ;

Egli ( Arrigo Petacco ) si chiede :”

:” (…) per chi non firmava [ la scheda ‘I promise‘ di collaborare con gli Alleati ,come fecero ‘ i coman ‘, n.d.t. ] , la prospettiva era di rimanere dentro il campo ‘fascista’ e subire nuovi stenti e nessun vantaggio .
(…) Questo rifiuto, evidentemente non bastava ai detentori ( i guardiani dei campi, n.d.t ) ,che tornavano regolarmente alla carica ogni 15 giorni .
D’altronde, il solo fatto che qualcuno non volesse collaborare con gli alfieri della libertà non finiva mai di stupirli .
Cosicchè ci provavano e riprovavano senza mai stancarsi,nella certezza che,prima o poi, la luce avrebbe finalmente illuminato la mente oscurata di questi bambini ciechi che rifiutavano di essere accolti nel paradiso della democrazia .

Queste sterili schermaglie durarono a lungo ,fino a quando i detentori decisero di passare ad altri sistemi di convincimento :
diminuirono progressivamente le razioni alimentari ed aumentarono le vessazioni(…)
Ma perchè farla pagare anche agli italiani ?

L’Autore sostanzialmente si chiede il perchè di tale accanimento anche mentre la Guerra giungeva al termine e dopo che solo il Giappone era rimasto belligerante .

Petacco porta varie possibili risposte ;

___ un’ipotesi è quella di ritorsioni dopo il racconto di ex prigionieri americani ritornati a casa,racconto di maltrattamenti subiti nei campi di prigionia italiani .

___ altra ipotesi è quella di una campagna giornalistica che accusava il Governo americano di trattare troppo bene i prigionieri .

Personalmente , a questa domanda intelligente ,
credo si possa dare la seguente risposta :

perchè Chi sopporta la fame e vessazioni di ogni genere per rimanere coerente con le proprie Idee non aderendo così ad altre Idee – sconfessate con la propria coerenza – ,

è pericoloso ad oltranza – sine die – .

In altri termini ,
Coloro che tennero tale atteggiamento non tralasciarono mai la vera Idea democratica di ‘rimettere in gioco’ ciò che avvenne ,cioè non tralasciarono mai l’Idea principe di una continua ‘RISCRITTURA della STORIA’ .

Fatto che in questo decennio sta avvenendo,seppur tra mille difficoltà ed opposizioni di vario genere .

Tale pericolo fu abilmente avvertito dalla dirigenza americana di allora e quindi i ‘noncoman’ furono perseguitati in tutti i modi possibili .

Su quest’ultimo aspetto/comportamento americano/inglese mi soffermo
– rinviando nel contempo al link di cui sopra (e a quello qui subito sotto) che già sottolineano alcuni elementi qui ribaditi – ;

la seconda Grande Guerra non fu una Guerra prettamente militare .
Tre grandi fronti ideologici ed economici si fronteggiarono senza misura .
Due prevalsero ma… se le contingenze militari fecero trionfare anche quello comunista, poi la Nemesi storica ha saputo rendere giustizia col tempo. La caduta del Muro di Berlino ne è riprova .
L’altro grande fronte vittorioso ora sta facendo i conti a distanza maggiore nel tempo ma li sta facendo .

Vedi al seguente link con link ulteriori lì contenuti ;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2012/01/02/globalizzazione-apparente-per-quanto-appariscente/

ulteriori elementi .

Al seguente link vedi
la trattazione cinematografica ufficiale del tema bellico secondo ‘intellettuali e cineasti’ del tempo e non solo – I. MONTANELLI e R. ROSSELLINI – ( post del 9/novembre/2011 : ‘ Il GENERALE della ROVERE ‘ ),

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/quattro-chiacchiere-sul-cinema-d-essai-e-sul-suo-scomodo-valore/

Una curiosità;
un articolo di giornale de :‘ l’osservatore romano ‘ della metà di gennaio 1960,

l'equipaggio del sommergibile Evangelista torricelli, 'rivive'... in queste poche righe e nel passaggio del testimone

l’equipaggio del sommergibile Evangelista torricelli, ‘rivive’… in queste poche righe e nel passaggio del testimone

DOSSIER ‘OSAMA BIN LADEN’/ ‘ DOSSIER INTERNET’ ; l’epilogo .

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/sofri-battisti-c/

……. Qui sopra un link di rinvio ; si veda post : ‘ COSA STA SUCCEDENDO  ? ‘ del 22/aprile 2011 .

L’ho anche definito  – con espressione generica –   ‘ DOSSIER   INTERNET   visto il fatto che puntualmente qualsiasi notizia o fatto vengono stravolti in questa sede/mondo virtuale .

Non che non ci sia spazio per opinioni del tutto personali o per affermazioni comiche . Solo che quando vengono affermate delle fesserie si dovrebbe avere il buon gusto di suscitare ilarità in chi le ascolta .

Quando questo non solo non avviene ma si ha la pretesa di affermare panzane con la pretesa di affermare delle sacrosante verità la ‘cosa’ cambia decisamente aspetto .

Tutto babbo !

I fatti ;

il triste evento dell’ 11/settembre/2011 ha visto la sua travisazione dei fatti con affermazioni di ipotesi allucinanti quali quella che ritiene autori dell’attentato le forze interne degli USA  al fine di poter invadere l’Iraq .

Altra ipotesi balorda – generalmente da parte del mondo musulmano integralista – è quella che afferma che gli Israeliani sono stati responsabili di quell’attentato per poter scatenare odio e bombe sulla testa dei musulmani .

[ Viene avanzata – per sostenere questa ultima teoria – il fatto FALSO che il giorno dell’attentato nessun israeliano si è presentato al lavoro presso gli uffici loro all’interno delle Torri …]

la morte di Bin Laden è  vista – anche da parte di alcuni autorevoli giornalisti – come una messa in scena degli USA in quanto già morto anni prima .

Per fini politici viene ora resa nota con questa esposizione mendacea dei fatti…

Mi viene in mente mentre scrivo un noto vecchio film di Fritz LANG :

 Die tausend Augen des Dr. Mabuse’ cioè :’ i mille occhi del Dottor. Mabuse’  ( 1960 ) .

Tradotto in italiano con altro titolo ( il diabolico Dr. Mabuse ) , ma qui interessa il significato di questo ; i mille occhi sono ‘la televisione’ che attraverso  ‘ i televisori’ intercettano i ‘ mass’  e li convincono di questo o di quello …

Se LANG avesse avuto la possibilità di vivere i Nostri tempi avrebbe visto di certo non tanto/non solo la pericolosità del mezzo INTERNET  ma la sua profonda stupidità perchè in mano da un lato a coloro che mentono sapendo di mentire e dall’altro di avere per ascoltatori/lettori coloro che in fondo vogliono essere ingannati .In un modo o nell’altro .

Un mezzo come INTERNET  potenzialmente così utile alla Collettività mondiale è in realtà

lo specchio  delle loro debolezze e perversità…


Lascio a chi legge di trarre da questi dati oggettivi le logiche conclusioni – personali – .

Cloud dei tag