Solo Al Secondo Grado

Archivio per novembre, 2016

Hasta siempre, Comandante Guevara FIDEL

Venerdì 25 novembre 2016 ; la morte di Fidel Castro.

( 13 agosto 1926 – 25 novembre 2016 )

Hasta siempre, Comandante Guevara FIDEL

Fidel Castro; mito (o quasi)  per chi ama sognare ad oltranza. Tiranno, per chi guarda in faccia la realtà.

Fidel Castro;
mito (o quasi)
per chi ama sognare ad oltranza.
Tiranno,
per chi guarda in faccia la realtà.

Un profilo inconfondibile quello di Fidel come quello del compagno di lotte Ernesto – il Che –.
Il ‘Che’ ebbe solo ‘la fortuna’ ( si fa per dire ) di morire giovane ed entrare così nel mito come succede a molti giovanotti intraprendenti saliti alla ribalta per una causa od un’altra, per un merito od un altro. Mitizzazione che viene riservata solo a coloro che scompaiono prematuramente.
Il nostro caro Fidel ha solo il demerito ( si fa per dire ) di essere morto alla veneranda età di novant’anni e, sopratutto

di essere morto quando il mito che incarnava – la rivoluzione comunista – era ormai morto da molti anni; ufficialmente nel 1989. Cioè 27 anni fa, e guarda caso a duecento anni esatti dall’incipit del mito della rivoluzione francese!

Ricordo quanto ai seguenti links;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2012/02/09/il-che-che-guevara-uno-spaccato-della-nostra-societa-alias-l-identikit/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2015/01/07/%CE%B1-alfa-come-mafalda-3/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2015/01/08/%CE%B1-alfa-come-mafalda-4/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2012/12/06/arte-politica/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2015/01/12/attentato-terroristico-a-parigi-8-gennaio-2015/

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2011/12/12/jan-myrdal-e-pol-pot/

Fidel
non era amato dai cubani ‘semplici’, ne ai tempi del ‘Che’ ne ai nostri. Bastava parlare con molti di loro ed il disprezzo era mal celato nei confronti di questa figura che non lesinava crudeltà da carceriere nei confronti dei cittadini cubani, come non lesinava la pratica del nepotismo più sfacciato.                                                                                                            Senza contare poi la misteriosa morte di Camilo Cenfuegos, suo rivale nella leadership ,in un misterioso incidente aereo di cui i cubani ‘semplici’ , ricordano la figura e la dubbia ipotesi di semplice incidente… ( E tralasciando il fatto che nella Cuba di Fidel il suo civilissimo leader maximo permetteva il mercimonio -la più odiosa delle mercificazioni di stampo capitalista- di seniorite  cubane con ricchi turisti americani, al fine di ottenere qualche introito nelle casse dello Stato cubano ). Ne segue un dato oggettivo ; un Fidel ‘ponce’ !
Ricordo solo che dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, le parole, il ragionamento di Fidel Castro in merito a tale evento lasciarono tutti di stucco.
Egli di fatti affermò che :”

:”con la caduta del muro di Berlino non finisce la ‘guerra fredda’ ma muore un sano pluralismo politico che divideva fino a ieri il mondo su due fronti contrapposti”.
Fidel Castro novembre 1989

Contento lui di affermare simili baggianate e contenti i suoi adepti di ascoltarlo, contenti tutti!

————-

Ovvio che le affermazioni di cordoglio da parte delle massime autorità politiche – Papa Francesco compreso – sono non solo di prammatica ma sopratutto finalizzate ad ottenere

un ‘posto’ nella Cuba in velocissima trasformazione politica ed economica che subirà nei prossimi anni…

Normale sciacallaggio/prassi di Stato ;

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/11/26/-tv-cuba-e-morto-fidel-castro-_2d00be56-5291-47fe-9ad1-d9139234feaa.html

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2016/11/26/morto-fidel-castro-da-putin-a-hollande-il-cordoglio-del-mondo-_10f8388f-4bf8-4845-a319-be36980304f7.html

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/americalatina/2016/11/26/la-storia-mi-assolvera-le-frasi-celebri-di-fidel-castro_566fd6d1-53a5-4eca-890e-a72477b93cb7.html

Nota;

in Italia più che in altre parti d’Europa (occidentale) certi ‘miti’ sono duri a morire;

Without words

Without words

Come per il ‘Che’, circa il suo nome, Ernesto, per quanto sopra detto (vedi il primo link, ‘Il Che…l’identikit ‘)

così per Fidel,circa però il suo cognome, Castro, il destino vuole una strana coincidenza con un poeta ,Domingos G. Castro, che ha scritto:’

:’ Se mi chiedete cosa sia la nostalgia,

Io vi dico che è ciò che rimane

Dopo che tutto è  passato’

D. G. Castro.

Se riflettiamo sulle vicende di Fidel  & C.  dal punto di vista dei ‘precordi’ ,

Ecco che abbiamo, otteniamo ciò che i versi qui sopra ci indicano.

In immagini ?

           ' Il Che ' del terzo millennio;               da..............--->

‘ Il Che ‘
del terzo millennio;
da…………..—>

            '  Il Che  ' del terzo millennio ( by Porto ) ;                   ....... ...  --->....a ......

‘ Il Che ‘
del terzo millennio ( by Porto ) ; …….
… —>….a ……

Donald Duck Trump, the President !

Donald Duck Trump, the President !

,

Parafrasando l’elezione a Presidente USA dell’attore Ronald Reagan nel lontano 1981, che stupì molti,
elezione che fu salutata da alcuni giornali come :”

Ronald Reagan: ‘the President’! /
Ronald Reagan in :’ il Presidente’!

All’età di settant’anni,come Reagan, Trump stupisce tutti, dai suoi detrattori agli stessi repubblicani che mal lo vedevano in questa carica politica di assoluta autorevolezza. Come era mal visto all’epoca – essendo stato un attore – Reagan.

Chi qui scrive, aveva dato per scontata l’elezione di Hillary Clinton, già dal marzo 2016, a nuovo Presidente USA;

https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2016/03/02/us-presidential-election-2016-the-first-woman-us-president/

ovvio che ho ‘toppato’.

Questo premesso, ci si deve chiedere il perché l’opinione pubblica, in altri termini ‘ l’elettorato ‘ ha cambiato opinione.

Questo è da ricercare nella perdita di fiducia non solo nell’amministrazione Obama, il Presidente USA uscente
che tanto aveva promesso in fatto di riforma sanitaria ( negli USA non vi è l’assistenza sanitaria garantita; se non hai una assicurazione in merito non ci si cura ) e che nulla è riuscito a fare di concreto per chi non può pagarsi un medico e cure.
Vedi https://soloalsecondogrado.wordpress.com/2014/11/07/words-words-just-words/

Ma anche in quel mare di parole molto ‘liberal newyorchese’ , sulle libertà della persona che si concretizzavano in campagne anti omofobe , anti razziali etc…
Ma poi sopratutto il fatto che seppur ‘liberal’ figure come Hillary Clinton non disdegnavano di far comunella con le corporates.
Qui credo abbia vinto Trump; seppur uomo d’affari e non di ideali, ha dato l’idea che :’

:” essere ricchi non è certo un reato, e non obbliga chi lo è a schierarsi necessariamente con le lobby che vanno a svantaggio della ‘classe media’ “

Concretamente è da pensare, per sua stessa affermazione subito dopo la notizia della sua vittoria elettorale, che Trump intrapredenderà una politica economica alla Reagan ; ovvero una politica economica secondo modello economico alla John M. Keynes; un modello costituito da forti investimenti statali a favore del rilancio dell’economia ( Trump parla infatti di grandi opere pubbliche, infrastrutture etc…).

Vista l’importanza della carica che tra poco ricoprirà fattivamente,
auguriamoci soltanto che Donald Duck Trump non operi scelte da ‘

‘Cowboy alticcio avvezzo a scazzottate memorabili nei saloons del Far West ‘

Freaks :        (by Tod Browning)   a President freaks  for a Country in decline ?

Freaks :
(by Tod Browning) a President freak for a Country in decline ?

Tag Cloud